Home » ATTUALITA E POLITICA » MONDO » Depenalizzazione prossima in Costa Rica

Depenalizzazione prossima in Costa Rica

La Costa Rica a breve diverrà il prossimo paese latino americano a procedere alla depenalizzazione della cannabis. Infatti, questa settimana, l’avvocato Mario Alberto Cerdas Salazar è stato scagionato da accuse di coltivazione a fini di spaccio in quanto le accuse erano lesive delle sue “libertà individuali”.

Cerdas Salazar è stato arrestato nella sua abitazione, nella città di Alajuela nel mese di agosto 2015, dopo aver sostenuto pubblicamente di aver il diritto personale di coltivare cannabis e di utilizzarla per scopi medici e gastronomici. Successivamente è stato arrestato ed accusato di “traffico di droga” e da allora è stato detenuto in arresto.

L’indagine giudiziaria effettuata (OIJ-Costa Rica) presso l’abitazione dell’Avvocato ha rilevato la presenza di quantitativo sufficiente di cannabis per 5.000 spinelli. Ma dall’indagine è emerso la mancata presenza di prove che la cannabis potesse essere destinata alla vendita.

“Sì, la coltivazione di cannabis è illegale, tuttavia, non è un reato se non viene utilizzata per la vendita,” ha detto il giudice Carolina Leitón, gettando le basi per la futura depenalizzazione del reato.

Cerdas potrà continuare a cibarsi del suo piatto preferito, come lui stesso ha detto: uova strapazzate nella sua salsa speciale di cannabis.

Articolo a cura dello Staff di Over Grow ed elaborato in base alle fonti sotto riportate:

http://elflorense.com

http://www.hightimes.com

canapa cannabinoidi Carolina Leitón coltivazione consumo Costa Rica depenalizzare depenalizzazione droga droghe l'avvocato risponde marijuana Mario Alberto Cerdas Salazar sequestri Tribunale
Articolo Precedente Istruzione grazie alla cannabis: buona idea per il Colorado?
Articolo Successivo Lotta proibizionista del Kansas contro il Sig. Schwab e la sua famiglia
SSL Certificate