Home » CANNABIS MEDICA » ALTRE MALATTIE » Come curo la Fibromialgia con la Cannabis: Parte 2
Salute, Popolo di OG. Seconda puntata, continuiamo il viaggio descrivendo in dettaglio i sintomi e la terapia a base di Cannabis contro la mia Fibromialgia.
Salute, Popolo di OG. Seconda puntata, continuiamo il viaggio descrivendo in dettaglio i sintomi e la terapia a base di Cannabis contro la mia Fibromialgia.

Come curo la Fibromialgia con la Cannabis: Parte 2

Leggi la prima parte:  overgrow-italy.nl/come-curo-la-fibromialgia-con-la-cannabis-parte-1/

 

Salute, Popolo di OG. Continuiamo il viaggio descrivendo in dettaglio i sintomi e la terapia a base di Cannabis.

I Sintomi

I miei numerosi sintomi si manifestano alcuni giornalmente e altri solo a volte. In certi casi invece, tutti insieme.

Ho delle cosiddette “fascicolazioni”: è la contrazione spontanea, rapida e a intervalli più o meno regolari di una o più unita motorie,senza esito motorio. Le fascicolazioni sono visibili e avvertibili dal soggetto come guizzi improvvisi di una o più parti di un qualunque muscolo a volte associate a crampi.

Sono praticamente costanti sparsi sul corpo, come un qualcosa che salta su gambe, piedi, braccia, spalle, stomaco e ano, queste ultime non sono proprio piacevoli. Cambiano di intensità e frequenza e mi accompagnano sempre durante il giorno e la notte.
Fitte e dolore alla colonna vertebrale e alla scapola sx, che mi provocano difficoltà nel respirare. Anche adesso che sono seduto a scrivere al computer ho un dolore che mi preme sulla scapola, e faccio fatica a prendere fiato. Normalmente devo fare un grosso respiro per accumulare più aria possibile, allora si allevia per poco.

Troppo sole o troppo tempo davanti a uno schermo luminoso mi provocano bruciore e lacrimazione agli occhi, inizio a sentire dolore ai nervi ottici e questo mi causa cervicali, giramenti di testa e fitte.
Ipersensibilità uditiva, qualsiasi rumore è come se fosse amplificato fino al livello più assordante.
Inoltre ho uno spasmo al timpano, (cosi lo chiamo io), è come se una farfalla continuasse a sbattere le ali dentro il mio orecchio, per liberarsi.

Dolore alle articolazioni, caviglie e ginocchia su tutte, ma anche anca sx, spalle, gomiti, polsi e anche le dita, rigidità, fitte, compressione e dolore delle stesse.
Dolore ai tendini dietro le ginocchia.
Gambe, partendo dal ginocchio e salendo fino alla meta della gamba, ogni qualvolta che mi rilasso, steso o seduto, iniziano a formicolarsi, come addormentate o marmorizzate. Questo succede anche quando resto per troppo tempo in piedi nella stessa posizione. Ricordo di essere andato ad un funerale e ho passato tre quarti d’ora in piedi, e mi si sono informicolate tutte e 2.
Dolore e fitte ad anca e tendini della gamba sx, come un tirare e un senso di pesantezza. Questa è la gamba che è stata operata il 25 maggio 2015 con un’operazione di pulizia dai residui ossei con innesto di fattori di crescita, che mi hanno lasciato in eredità questi dolori. A questa parte ho formicolio perenne al pollice e parte del secondo dito del piede fino all’inizio del collo dello stesso, (dovuto dalla trazione della gamba, tenuta dalla caviglia, per riuscire ad entrare il più possibile all’interno dell’osso, dell’anca, durante l’intervento).

Testa, dolori e fitte, spesso mal di testa, cervicali, emicranie, confusione mentale. Mi sento spesso stressato, depresso, affaticato, con sbalzi di umore repentini. Alla sera quando mi stendo nel letto, iniziano i formicolii alle gambe, a volte anche le braccia, dolori al bacino, collo e colonna vertebrale.

Difficoltà a prendere sonno e riposare bene, non trovo posizione per addormentarmi avendo continue fascicolazioni sul corpo e sullo stomaco. Quindi prendo sonno per sfinimento, dopo un lasso di tempo che può andare da tre quarti d’ora a 2 ore. Può essere che mi sveglio quattro o cinque volte per notte, questo sia che vada a letto alle 21 o alle 2 di notte.
Al risveglio, a volte sono ancora informicolate e a volte anche le mani e braccia, e mi fanno già male le gambe e il bacino, che quei starnuti mattutini sono devastanti da dovermi sorreggermi per non cadere, dolore al collo e spalle. Le mie giornate erano diventate devastanti, di giorno dolori senza fare nulla o quasi, non parliamone quando lavoro, quando c’è troppa umidità, ecc. E di notte dormire poco e male.
Sono quindi sempre nervoso e aggressivo, cupo, logorroico, un vero dito in culo.

Altra cosa ho pesantezza di stomaco, ci sono cose che digerisco anche dopo 12 ore, e non scherzo. Ecco perchè penso che sia correlato il discorso alimentazione con questa malattia in particolare, ma anche con altre patologie o malesseri di vario genere. Alla mattina ho male lo stomaco, bruciri, sposatezza.

Penso di non aver dimenticato niente, ma posso sempre aggiornare.

 

La Terapia

Fumando marijuana, già alla prima sigarettina alcuni di questi dolori si alleviano (altri dopo le successive) come lo spasmo all’orecchio e le fascicolazioni, i vari mal di testa, cervicali, i bruciori di stomaco, dovuta dalla gastrite e diverticolosi, anche la fitta alla scapola. Il benessere così facendo arriva, ma poi passa dopo circa 2/3 ore senza fare grossi sforzi. Altri si alleviano con l’infuso.

Questo fino a poco prima di Natale quando ho dovuto per forza di cose cambiare la camera delle bimbe: ero rimasto da solo e in queste condizioni di salute non sarei stato in grado di caricare la macchina per portarla a casa.

Un fulmine mi ha attraversato la mente. Avevo ancora un bel po’ di Shark Shock CBD con cui facevo già infusi di 0.25 g, mi davano miglioramento allo stomaco, ma non sentivo abbastanza beneficio. Mi sono detto “CAZZO! Se è un antidolorifico aumento!” E cosi ho fatto. “Aumento a 0.50, non potrà farmi male al massimo volerò un poco”.

Dopo solo mezz’ora ero rinato! La prima cosa che mi è passata per la mente è uno spezzone del film Trainspotting, quando Mark risale dalla buca in cui era sprofondato dopo l’over. Riuscivo ad avere una visione più ampia e profonda delle cose, riuscivo a non pensare più costantemente ai tutti i dolori che aveva il mio corpo.
Nei giorni successivi i vari dolori sparsi per il corpo si sono attenuati, lo spasmo all’orecchio sparito per tutto il giorno, e anche i dolori all’anca e tendini spariscono, o comunque si alleviano così da poter fare qualcosa in più di quello che facevo prima. Insomma, un bel miglioramento della vita giornaliera.
Purtroppo questo miglioramento ha una fine, diciamo che con un 0.50g fatto alle 7:30 della mattina passo una bella mattinata ma tra le 11.30 e le 14.00 ritornano man mano, questo dipende sempre dallo sforzo, dal tempo, l’umidità, insomma ho un po’ di incognite. Comunque tra l’infuso e le 5/6 sigarettine va decisamente meglio.

Da quando ho fatto l’infuso da 0.50g il formicolio del pollice del piede sx si è ridotto, ora è solo leggero e riesco a muoverlo con piú fluiditá. Dopo averlo ingerito si alleviano per 4/5 ore i dolori ai legamenti delle ginocchia e all’anca, i dolori del bacino, il fastidio al timpano. Una buon inizio di giornata, una lucidità mentale tale da permettermi di agire per passare la giornata al meno peggio. Quegli stessi dolori che non passano se faccio la stessa cosa con erba sempre da me fatta, ma non CBD . Anche fumando la CBD allevia meglio i dolori che a confronto della tradizionale.
Quando mi sveglio ora bevo due bicchieri d’acqua a temperatura ambiente, e intanto mi preparo l’infuso, lo bevo e parto come tassista per la famiglia. A metà mattinata fumo la prima sigarettina, e continuo nel frattempo a bere acqua senza mangiare. Verso le 11:00-11:30 riesco a ingerire qualcosa.

 

Alla prossima, popolo di OG. Parleremo della malattia in dettaglio e di alcune ultime esperienze.

 

Segue……

allergie articolazioni bronchite Cannabis Terapeutica cervicale emicrania fascicolazioni fibromialgia spasmi
Articolo Precedente Come curo la Fibromialgia con la Cannabis: Parte 1
Articolo Successivo Corso di taleaggio per cannabis terapeutica
SSL Certificate