Home » CANNABIS MEDICA » ALTRE MALATTIE » New York: Cannabis terapeutica dal 2016

New York: Cannabis terapeutica dal 2016

Lo Stato di New York offrirà ai pazienti affetti da alcune gravi malattie un accesso più celere alla cannabis terapeutica per coloro che soffrono di malattie terminali e di atroci dolori senza il sostegno del medicinale.
Tutto ciò sarà possibile grazie ad una disegno di legge elaborato dal governatore Andrew Cuomo che dovrebbe entrare in vigore entro gennaio del 2016.
La normativa autorizzerà, inoltre, le autorità sanitarie statali a lavorare con i produttori a base di cannabis terapeutica e potranno fornirla ai pazienti fin da subito.
L’emblematico governatore Andrew Cuomo, un democratico che ha favorito un approccio prudente e conservativo di cannabis terapeutica, in una sua dichiarazione in cui annuncia la sua approvazione del disegno di legge, ha affermato che lo Stato deve garantire celermente l’accesso al farmaco ma non in conflitto con la legge federale – o mettere in pericolo il programma più ampio dello Stato violando la legge federale. Infatti, ha dichiarato: “Sono profondamente solidale con i newyorkesi che soffrono di gravi malattie e mi rendo conto che la cannabis medica può alleviare il loro dolore cronico e sintomi debilitanti. Sono anche consapevole, tuttavia, dell’autorità generale, della giurisdizione e dela supervisione del governo federale”.
“Siamo molto lieti che il governatore abbia fatto la cosa giusta”, ha dichiarato Julie Olanda, vice direttore di New York dello Stato per la Drug Policy Alliance. “Per noi, la prova sarà quando i pazienti potranno ottenere il farmaco di cui necessitano”.
Il medicinale dovrà essere fornito sotto forma di tintura, olio o altra forma inalabile o che potrà essere ingerito o vaporizzato. Condizioni qualificanti per la prescrizione del farmanco includono il cancro, l’AIDS, il Parkinson, il morbo di Lou Gehrig e l’epilessia.
Lo Stato nel mese di luglio scelto cinque società per crescere e dispensare la cannabis terapeutica. Ogni singola società sarà dotata un impianto di coltivazione e quattro ambulatori (20 dispensari in totale). Dei 20 dispensari, quattro sono previsti per la città di New York, quattro per la periferia e 12 per parte settentrionale dello Stato.
Cuomo ha detto il Dipartimento di Stato della Salute esaminerà le posizioni dei dispensari per verificare se sono necessarie altre sedi per garantire l’accesso in tutto lo Stato.

AIDS Andrew Cuomo canapa cannabinoidi cannabis CANNABIS MEDICA coltivazione dispensario epilessia farmaco legislazione marijuana New York Parkinson produzione terapeutica USA
Articolo Precedente Cannabis terapeutica in Puglia, Emiliano:”Entro 15 – 20 giorni il regolamento”
Articolo Successivo Roma 25/11 Grow the Economy – Regolarizzazione Cannabis

1 Commento

  1. Ma quanto sono malati gi americani stanno facendo della vicenda cannabis la barzelletta per tutta l’umanità passata e quella che deve venire,si possono mettere in sieme così tante merdate per far credere di lealizzarla ,ma voler invece tenerla illegale ,insomma sti mafiosi di merda fanno proprio pena.

SSL Certificate