Lettini e docce solari sono come una droga, danno tutti i sintomi della tossicodipendenza, compresa l'ansia, inoltre l'abitudine all'abbronzatura finta' sembra andare a braccetto con una maggior probabilita' di abuso di sostanze come la marijuana.
Lo rivela uno studio pubblicato sugli Archives of Dermatology e condotto da Catherine Mosher del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York.
Gia' in un precedente lavoro era emerso che i raggi UV scatenano la pulsione inconscia a sottoporsi a nuove sedute di abbronzatura artificiale perche' danno benessere e senso di rilassamento. Gli autori di quel lavoro avevano avanzato l'ipotesi che i raggi UV danno dipendenza perche' inducono l'organismo a produrre endorfine, 'droghe' naturali del corpo, e quindi danno benessere.
Il nuovo lavoro da' la conferma del 'lettino-dipendenza' in modo ingegnoso: gli esperti hanno utilizzato questionari per misurare la dipendenza da alcol e stupefacenti, modificandoli per applicarli all'abitudine al lettino solare.
Somministrando il questionario a 421 ragazzi, alcuni dei quali habitue' della tintarella artificiale, i ricercatori hanno visto che le risposte date da questi ultimi soddisfano i criteri di dipendenza anche se in questo caso a dare dipendenza non e' una sostanza chimica ma i raggi UV. E' possibile che la dipendenza da lettino sia scatenata dall'effetto relax indotto dal sottoporsi agli UV.

Fonte:aduc