Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Una mail contro lo sfratto di radio blackout!

  1. #1
    Old Sage Member L'avatar di Mkb
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    8,926
    Potere Reputazione
    10

    Arrow Una mail contro lo sfratto di radio blackout!

    copio & incollo da: http://www.reggae.it/

    A tutt'oggi i politici che non hanno firmato il rinnovo di contratto dell'attuale sede di Radio Blackout 105.250 fm, nonostante le nostre varie iniziative, non si sono ancora fatti vivi. Tutto tace.

    Vi chiediamo quindi di far sentire la vostra voce, la voce della radio mandando una mail a:

    urc@comune.torino.it; marta.levi@comune.torino.it; ilda.curti@comune.torino.it; assessorato.urbanistica@comune.torino.it

    Oggetto: IO SOSTENGO LA LIBERA INFORMAZIONE

    Testo della mail:
    Il sottosritto/a [Nome e Cognome],
    venuto/a a conoscenza del mancato rinnovo da parte del Comune di Torino della concessione dello stabile di via Cecchi all'associazione Radio Blackout e la conseguente richiesta da parte del Comune stesso di sgomberarne i locali entro il 31 marzo 2010,

    *INVITA*
    il comune di Torino a rivedere la propria decisione.

    Si richiede al Sindaco di Torino di modificare la decisione, rinnovando il contratto di affitto all' Associazione Radio Blackout oppure, in subordine, di individuare entro il piu' breve tempo possibile un diverso sito, con idonei requisiti tecnico logistici, che consenta alla stessa Associazione di continuare a svolgere il ruolo di informazione libera e democratica nel panorama torinese.

    Cordiali Saluti
    [firma]
    --------------------------------------------------------------------------------------
    DIFFONDETE QUESTO APPELLO. FATELO GIRARE SUI SOCIAL NETWORK E INOLTRATE LA MAIL ANCHE AI VOSTRI AMICI. GRAZIE!
    ---------------------------------------------------------------------------------------
    Vi ricordiamo la situazione di Radio Blackout 105.250 fm...

    Dal 1992 Radio Blackout 105.250 fm è una radio no profit, volontaria, autogestita, che non gode né di finanziamenti pubblici né privati, ma vive solo dei propri mezzi, del frutto dell'impegno di chi la radio la forma e la fa giorno per giorno, negli eventi pubblici e non. Una radio che vuole dare voce a tutte le lotte sociali, alle minoranze dimenticate e in lotta, a tutti gli scartati dai media tradizionali, dall'indubbiamente manipolata “informazione pubblica”. Pochi peli sulla lingua, molta sostanza, molto realismo, concretezza e cinismo. Per farla breve, diciamo le cose come stanno, senza intermediazioni, senza editori o spinte e strattoni di alcun tipo.

    Il 30 novembre 2009, è venuta in scadenza la concessione dello stabile di via Cecchi che (per ora) ospita Radio Blackout. Il 2 dicembre, ci viene frettolosamente comunicato che in ragione della rifunzionalizzazione dell'area (ricordate, l'accordo Comune di Torino – Associazione Vodafone Italia e Umana Mente?) non potrà darsi corso al rinnovo. Tuttavia, visto che una radio non può fare le valige come un qualunque sfollato-scacciato-esiliato, abbiamo il “congruo” termine di rilascio di 4 mesi.

    SPEGNI LA CENSURA, ACCENDI BLACKOUT! E' una campagna a sostegno e difesa delle libere frequenze. Adda questo profilo. Inseriscilo nella tua top friends. Spamma!

    ASCOLTA*SUPPORTA*SOSTIENI Data di scadenza, 31 marzo 2010. Noi l'etichetta sul tappo, non la troviamo..

    Radio Blackout 105.250 fm
    via a. cecchi 21/a, Torino
    www.radioblackout.org
    www.myspace.com/spegnilacensura

  2. #2

    Predefinito

    grazie mk....invio e giro
    "io sono drogato come chi beve il caff...anzi chi ne beve tre lo pi di me"




Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •