So che a molti di voi potrebbe non interessare in quanto non della zona,ma vorrei dare un minimo spazio a 2 circoli di spettacoli e aggregazione giovanile di Trieste che in questo clima di caccia alle streghe stanno affrontando un periodo nero causa questo governo che tenta di dividere sempre di piu'le persone (soprattutto giovani) invece che unirle e che non riesce ad accettare un pensiero politico o anche generico diverso dal loro.X chi partecipera'al congresso di marzo a Trieste chiedo di fare un salto in questi "club" dove si respira aria di liberta',di amicizia e si ascolta buona musica live di gruppi famosi in tutta Italia soprattutto nelle calde serate estive triestine :) .Riporto quanto mi è arrivato:

"Situazione circoli dell’Associazione Culturale ETNOBLOG e dell’Associazione GRUPPO TETRIS.

Con la presente l’Associazione Interculturale Etnoblog e l’Associazione culturale Gruppo Tetris intendono chiarire alcune prese di posizione emerse in questo ultimo periodo contro l’esistenza dei Circoli delle rispettive associazioni siti nel quartiere di Cittavecchia.
Scriviamo questa lettera per sottolineare che Gruppo Tetris e Etnoblog sono delle realtà composite che vanno molto al di là dalle singole serate che si svolgono all’interno degli spazi di aggregazione. Le ragioni che ci hanno spinto, nel 2004 Etnoblog e nel 2006 il Gruppo Tetris, ad aprire uno spazio di aggregazione in città sono state la passione e la volontà ad aprirsi a tutte le possibili collaborazioni con altre associazioni, con gruppi giovanili, per confrontarsi con loro e poter intraprendere progetti non più isolati ed individuali ma collettivi. Progetti consolidatisi grazie all’appoggio e alla fiducia che sono stati dati alle due Associazioni dalle Istituzioni locali, tra cui la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Trieste, il Comune di Trieste e l’Azienda per i Servizi Sanitari n°1 “Triestina”. In questi anni di attività, Etnoblog e il Gruppo Tetris hanno intrapreso una miriade di progetti nel campo dell’aggregazione giovanile, della formazione, della promozione dei diritti dei migranti, della diffusione di una cultura di pace, della riduzione dei danni connessi all’abuso di alcol e sostanze stupefacenti con giovani e adolescenti. Progetti che hanno avuto un successo a livello nazionale ed internazionale, come il progetto Overnight, nato proprio da un’idea dei soci di Etnoblog, che ha portato l’associazione Etnoblog a essere scelta da Drogart, storica realtà slovena per quanto riguarda la riduzione del danno, come partner in un progetto europeo di prevenzione dei rischi per il triennio 2008 – 2010, oppure il progetto “Spazi Urbani in Gioco” organizzato dall’associazione Andandes insieme al Comune di Trieste, al quale Tetris si è affiancato dal 2007, contribuendo a renderlo anche un’importante vetrina musicale. Senza dimenticare i molteplici momenti in cui il Gruppo Tetris e Etnoblog sono diventati dei contenitori per realtà culturali e di aggregazione giovanile che non avevano altro spazio in città, tra cui ricordiamo le rassegne di teatro organizzate dalle compagnie cittadine, le prove e le esibizioni di gruppi di musica e ballo locali, le conferenze di associazioni di promozione sociale.
In questo contesto, le critiche recentemente rivolte ai due circoli, che puntano a sminuirne il carattere sociale ed il potenziale aggregativo, non sono riuscite a scoraggiare la passione e l’entusiasmo con cui i soci delle Associazioni portano avanti delle realtà ormai affermate nella Regione.
Siamo consapevoli che i circoli e le loro molteplici attività hanno sicuramente mutato il contesto territoriale del quartiere in cui hanno sede: non servono ulteriori evidenze per capire che il passaggio di centinaia di ragazzi in un quartiere dove prima vi erano solo un retrobottega ed una casa di riposo sicuramente “movimenta” la zona.
Abbiamo sempre ritenuto questo aspetto una sfida positiva ed incoraggiante le possibilità di dialogo tra cittadini e generazioni diverse: a dimostrazione di come questo dialogo sia stato efficacemente promosso, non senza difficoltà, basti come prova la semplice continuità delle nostre attività nelle rispettive sedi di via Madonna del mare 3 e di via della Rotonda 1, senza un solo incidente in questi anni.
I progetti, le manifestazioni e gli eventi culturali realizzati hanno avuto risonanza a livello nazionale ed internazionale, come è facilmente riscontrabile dai nostri curriculum e rassegne stampa. Ci sembra paradossale che questa dimensione venga sminuita a livello locale, tacciandoci di essere dei semplici “baretti”.
Inoltre, in un periodo di innegabili difficoltà economiche e occupazionali, non è da sottovalutare il fatto che il Gruppo Tetris ed Etnoblog siano realtà che creano lavoro per persone che sono rimaste fuori dal mercato, come tutti i ragazzi, segnalatici dal Comune di Trieste e dall’Azienda per i Servizi Sanitari, a cui vengono offerti inserimenti lavorativi stimolanti in ambiente giovane caratterizzato da un clima di cooperazione.

Gli interventi pressanti che si sono susseguiti in questo periodo da parte delle forze dell’ordine ci sembrano volti ad eliminare delle realtà come le nostre, che, pur muovendosi in un’ottica completamente no profit, sono state tartassate con controlli continui e pesanti multe. Siamo profondamente amareggiati dal fatto che, dopo anni di lavoro che hanno cercato di colmare il bisogno di aggregazione giovanile e di promozione culturale nella nostra città, non vi sia un riconoscimento dei risultati raggiunti che porti a delle proposte costruttive. Chiediamo un tavolo di concertazione per discutere del futuro delle nostre realtà associative e trovare una soluzione per una situazione che come potete comprendere è divenuta insostenibile.

Per quanto riguarda Etnoblog, per ora confermiamo che la programmazione del Circolo Etnoblog resterà immutata fino al 28 Marzo 2009, e ulteriori informazioni vi saranno tempestivamente trasmesse.


GRAZIE A TUTTI, LO STAFF DI ETNOBLOG

www.myspace.com/associazioneetnoblog
"

Vi ringrazio cmq per avermi dato questo piccolo spazietto.