Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: l'xtc curerà il cancro??

  1. #1
    Super Moderator L'avatar di kingmob
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    lost in la mancha
    Messaggi
    5,739
    Potere Reputazione
    21

    Predefinito l'xtc curerà il cancro??

    http://www.giornalettismo.com/archiv...era-il-cancro/

    Tecnologia
    L’ecstasy curerà il cancro?


    19 agosto 2011Un nuovo studio dimostrerebbe la grande efficacia della droga nella cura dei tumori del sangue
    La cura che non ti aspetti: una terapia a base di ecstasy potrebbe aggredire con successo i tumori del sangue, come la leucemia. Le notizie arrivano dall’Inghilterra e sono molto incoraggianti, anche se ovviamente tutte da verificare e, per ora, da prendere con le molle. A pubblicare lo studio sono ovviamente le fonti inglesi che riprendono la pubblicazione dello stesso dal New Drugs Journal.
    ECSTASY CONTRO IL CANCRO – Così la BBC.

    L’ecstasy modificata potrebbe, un giorno, avere un ruolo nella lotta contro i tumori del sangue, secondo gli scienziati. L’ecstasy è nota per essere in grado di uccidere le cellule tumorali, ma gli scienziati hanno aumentato la sua efficacia di 100 volte, si dice nel New Drugs Journal. Questo studio dimostra come le cellule della leucemia, del linfoma e del mieloma possono essere uccise in un tubo di test, ma per avere qualsiasi cura sarebbero necessari almeno 10 anni.

    L’ecstasy, sostiene il Telegraph, è nota per essere una sostanza in grado di combattere con successo i cancri “delle cellule bianche del sangue”; il problema è che la “massiccia dose usata” sarebbe stata in grado di uccidere il paziente. Ora, grazie a questo nuovo studio, questo problema sembrerebbe addirittura scomparso.
    I ricercatori, in collaborazione con l’Università dell’Australia Occidentale, hanno chimicamente ricostruito l’ecstasy prendendo alcuni atomi e mettendone di nuovi. La variante dell’ecstasy aumenta l’efficacia nella lotta al cancro. Il che significa che precedentemente 100 grammi di ecstasy non modificata erano necessari per avere l’effetto desiderato; ora con solo 1 grammo si avrà lo stesso effetto. Il nuovo farmaco riduce anche l’effetto tossico sul cervello.
    UNA SCOPERTA INCORAGGIANTE – Come funziona la nuova scoperta?
    Si crede che la droga sia attratta dal grasso nella membrana delle cellule cancerose. I ricercatori pensano che questo renda le cellule “scivolose”, il che indebolisce la membrana e uccide la cellula. Sostengono inoltre che le cellule cancerose siano più suscettibili di quelle normali e in salute. Ciononostante, i medici non inizieranno a prescrivere ecstasy modificata ai pazienti nel prossimo futuro.
    Partirà, infatti, prima la sperimentazione sugli animali. Ma per gli scienziati il risultato è comunque “molto incoraggiante”.

    KINGMOB TESSERA A.S.C.I.A. N.09

  2. #2

    Predefinito

    Interessantissimo!!

  3. #3
    Old Sage Member L'avatar di drlecter
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    6,926
    Potere Reputazione
    27

    Predefinito

    Una versione dell'ecstasy per curare i tumori del sangue

    Completata sequenza dna marjiuana e resa pubblica

    19 agosto, 20:42



    ROMA - Una versione dell'Ecstasy, la "droga delle discoteche", potrebbe aiutare a combattere leucemie, linfomi e mielomi, almeno secondo alcuni ricercatori dell'Università di Birmingham, in Gran Bretagna. Ipotesi che rilancia l'uso terapeutico di alcune droghe leggere, anche se non sintetiche come nel caso dell'ecstasy. E' il caso della cannabis, ed è di oggi anche la notizia del completamento della sequenza del Dna della marjiuana, che è stato reso pubblico su Amazon EC2, cloud computing dell'azienda olandese Medicinal Genomics. Per quanto riguarda l' ecstasy,il team di ricercatori di Birmingham, che già da sei anni lavorava sulla risposta del cancro che colpisce i globuli bianchi a farmaci psicotropi come pillole dimagranti e anti-depressivi, ha modificato la sostanza in modo da renderla 100 volte più "mortale" per le cellule cancerogene.

    Non è stato facile condurre la ricerca, come spiega il professor John Gordon, anche perché la dose di ecstasy necessaria per combattere il tumore risultava raggiungere livelli "fatali", quindi si è scelto di isolare solo le proprietà positive per il cancro di questo derivato dell'anfetamina noto come Mdma. "E' un primo passo 'eccitante' - ha spiegato Gordon - e i risultati mostrano un potenziale miglioramento nei trattamenti per i prossimi anni". Il prossimo banco di prova sarà la sperimentazione sui pazienti. Anche l"erbà, con le sue discusse proprietà terapeutiche e non solo, sta svelando molti dei suoi segreti grazie all'opera di sequenziamento del suo Dna. E' stata infatti pubblicata online, disponibile gratuitamente per la comunità scientifica internazionale, la prima mappa grezza del genoma della marijuana, la Canapa sativa; nei prossimi giorni seguirà la pubblicazione di una specie affine, la Canapa indica.

    A darne notizia è la giovane compagnia olandese Medicinal Genomics che ha compiuto i lavori di sequenziamento nei suoi laboratori ad Amsteram. Secondo quanto riportato sul sito della rivista Nature, la sequenza grezza del Dna della marijuana (il cui genoma è stimato avere una lunghezza di 400 milioni di basi) è stata postata su Amazon EC2, un servizio pubblico di cloud computing su Internet. La promessa dell'azienda, spiega il suo fondatore Kevin McKernan, è di pubblicare in seguito le sequenze dei geni, ordinati uno a uno, (annotati in gergo tecnico) rendendole accessibili tramite un'applicazione per iPad entro l'autunno. Si guarda alla cannabis come a una possibile cura per molti tumori anche perché la sua tossicità è bassa, quindi la dose necessaria per essere efficace non è sufficientemente elevata per essere pericolosa. La cannabis è promettente anche come analgesico in quanto sembra essere associata a un minore rischio dipendenza rispetto agli oppiodi e per di più sembra servirsi di canali nervosi alternativi per spegnere il dolore. La mappatura dei geni permetterà di conoscere più a fondo le proprietà dei singoli composti, sia di quelli psicoattivi sia di quelli che hanno solo funzioni terapeutiche.

    http://www.ansa.it/web/notizie/speci...html?idPhoto=1


    @drlecter44

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •