Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: L'Italia vista da Amsterdam

  1. #1

    Predefinito L'Italia vista da Amsterdam

    L'Italia vista da Amsterdam

    Stavo camminando su qualche canale, ad Amsterdam, due settimane fa, quando mi ha raggiunto una telefonata di Gaia: “Sai, qui a Firenze sta succedendo un casino. Ti ricordi quella maratona di dj all’autodromo del Mugello”. Certo che me ne ricordo. “Ecco, la questura l’ha definito un rave”. Mi sono messo a ridere come un cretino in mezzo al via vai di gente, a due passi dal quartiere a luci rosse e alle ragazze in vetrina che sembrano un’installazione dei Krypton. Ma come, io sono qui, nella città della grande libertà, della tolleranza assoluta, dei matrimoni gay e degli omosessuali che viaggiano liberamente abbracciati e bacianti per le strade del paese, delle droghe leggere consentite, e mi sento dire che a Firenze una semplice e tutt’altro che clandestina maratona di dj, annunciata mesi fa con regolare conferenza stampa, è stata definita rave dalla questura? Un senso di ironia beffarda ma anche di profonda tristezza mi ha còlto tra un coffee shop e l’altro, un sentimento dello sconforto insuperabile ed entropico, un’oppressione vaga al petto, simile alla claustrofobia. Ma dove stiamo andando? La tristezza non solo per Firenze, ma per l’Italia tutta mi ha sorpreso ancora di più quando ho constatato come tanti di quei turisti che vanno ad Amsterdam solo ed esclusivamente per motivi lisergico-psichedelici o tuttalpù sessuali appartengano a quella categoria di giovani che, alle ultime elezioni, hanno scelto di votare a destra. E che, evidentemente oppressi dal diktat conservatorista al quale devono obbedire qui, al moralismo falso e ridicolo dei Casini, dei Fini, dei Berlusconi che predicano solo la fede, la famiglia, la patria, l’Italiano di sana e robusta costitituzione, di solidissimi e virili principi, fuggono alla chetichella nella capitale olandese dove - lontani da mamma, papà e dai loro eroi politici - possono finalmente sdarsi, tanto nessuno li vede, nessuno sa chi sono. Li vedi seduti ai coffee shop, con gli abiti firmati, scrutare e prendere per i culo i frikkettoni, quelli con i dreadlocks, il post punk, “minchia, a quello lo manderei ai lavori forzati”, “aò, ma ce l’ha na dignità quello lì” e intanto si fanno le stesse canne, le stesse pasticche, gli stessi viaggi artificiali; e poi la sera, con la lingua di fuori come cagnoloni assetati, in giro per il quartiere a luci rosse dove c’è un teatro porno, “Casa rosso” mi sembra che si chiami, dove c’è sempre la coda. Di pisserume italiano che solo qui, a chilometri di distanza da babbo e mamma, trova il coraggio di dare un po’ di pepe ad un rapporto ormai estinto davanti al “Grande fratello” e all’Angelus del Papa la domenica mattina.
    E’ incredibile come un’altra città, un’altro mondo possano essere la cartina di tornasole della città, del paese da cui provieni, e come possano sbatterti in faccia la turpe piccineria in cui ogni giorni ti dibatti, turandoti il naso per non affogare.

    http://paloscia.blogautore.repubblic...-da-amsterdam/

  2. #2
    mrweedz
    Guest

    Predefinito

    Veramente senza parole... continuo a VERGOGNARMI DEL MIO PAESE..italia.

  3. #3

    Predefinito

    la verità fa tristezza...

  4. #4

    Predefinito

    triste ma vero, e il discorso non vale solo per Firenze, purtroppo. Sia nel caro vecchio Veneto (da dove vengo) sia nella capitale (dove sto ora) abbondano i personaggioni del genere, con la loro facciata di perbenismo che sembra ormai aver invaso l'Italia.... Mi sa che emigrerò a breve

  5. #5

    Predefinito

    ma per l’Italia tutta mi ha sorpreso ancora di più quando ho constatato come tanti di quei turisti che vanno ad Amsterdam solo ed esclusivamente per motivi lisergico-psichedelici o tuttalpù sessuali appartengano a quella categoria di giovani che, alle ultime elezioni, hanno scelto di votare a destra.
    Se avessero votato a "sinistra" non sarebbe stato meno peggio.
    Anzi.
    La legge più dura e repressiva mai avuta in Italia è stata ideata da uno dei fondatori del "PD-senza-elle" (per dirla alla Grillo).

  6. #6

    Predefinito

    io vi racconto un'altra esperienza personale,
    giusto per farvi vedere come siamo considerati all'estero.
    I vivo in catalogna (spagna) ma ovviamente sono italiano,
    oltre a coltivare, lavoro, sono "integrato" per l'economia spagnola perchè incentivo quello che è l'indotto, mi occupo di musica.
    Nonostante questo per i primi mesi in cui stavo qua, non parlando la lingua, mi esprimevo in inglese ma appena accennavo un' idioma italiano venivo subito visto in un altro modo
    ed ho dovuto lottare per guadagnarmi la fiducia dei miei nuovi "concittadini".
    Tutto questo perchè la spagna, come l'olanda e come l'inghilterra negli anni 90,
    è invasa da Italioti, si perchè questo sono, persone che appena hanno un minimo di libertà, lecita, ma inesistente in Italia, fanno lo schifo, approfittandosi della situazione.
    Bene negli ultimi 2 anni a Barcellona la Polizia gira in tenuta antisommossa
    (come i nostri cellerini),
    e vi assicuro, spero possa confermarlo qualche altro emigrato, che appena ci sentono parlare Italiano, ci chiedono i documenti.
    Non voglio creare allarmismi, ma ci odiano tutti, troppe volte mi son sentito dire Italia Mafia, e sinceramente mi sono rotto.
    Dell'Olanda nn so, sono 15 anni che nn ci vado e l'ultima volta non ho avuto una bella esperienza, la polziia olandese però, al tempo era molto + tranquilla che quella che abbiamo qua, se nn sbaglio in Olanda non possono chiederti i documenti a meno che tu nn stia commettendo un reato.. se le leggi sono cambiate correggetemi !

    ciao!!!

  7. #7

    Predefinito

    sono cambiate, possono pure perquisirti senza motivo. W la destra cristiana.
    3 tende, 3 cose differenti

    Stanza delle piante madri + talee

    Sto coltivando: Exodus Cheese, Big Buddah Cheese, Chocolope, Martian Mean Green, LA Confidential, G-13, Cheesel, Hawaaian Cheese.

  8. #8

    Predefinito

    eheh in 15 anni ne è passata di acqua sotto quei ponti !


  9. #9

    Predefinito

    Bell' articolo.
    La specie di animale domestico descritta dal giornalista la puoi vedere anche in altri posti.
    Sulla spiaggia a Pucket, sorseggiando un drink con la pancia al sole e la mente fissa sulle signorine dal corpo esile della sera prima.
    In una notte di sudore e stimolanti artificiali su di un'isola spagnola.
    A rivivere le avventure dei loro eroi, visti alla TV, per le vie di Rio de Janeiro.
    E poi, finita la vacanza, tutti a casa, dalla loro famiglia fondata su saldi valori, al loro lavoro importante, all'aperitivo con i colleghi, alle partite di calcio alla tv.
    Tutti a casa a risollevare la nostra Italia, invasa da pericolosi extracomunitari fancazzisti.
    A sentire le minchiate del Papa a Cagliari e del presidente del consiglio.
    Tutti a casa Boys, che domenica si va a pranzo dalla mamma a mangiare le lasagne.

  10. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cogor Visualizza Messaggio
    Non voglio creare allarmismi, ma ci odiano tutti, troppe volte mi son sentito dire Italia Mafia, e sinceramente mi sono rotto.
    guarda onestamente io non ho mai avuto problemi all'estero... xò amici che sono stati in spagna mi hanno riferito di episodi di "intolleranza" in cui gli italiani vengono associati a berlusconi e a mussolini = merda

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •