Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: La trasmutazione della lira in euro impoverì migliaia di italiani: e i parolai......

  1. #1
    erfumo
    Guest

    Arrow La trasmutazione della lira in euro impoverì migliaia di italiani: e i parolai......


    Ieri mattina sono andato all’ufficio postale vicino casa mia per spedire una raccomandata. Di un formato poco più grande di quello da lettera, conteneva in tutto un foglio con due parole di saluto e due assegni con cui pagavo a un collezionista e mercante di foto italiane due belle foto che gli avevo comprato. Il costo della raccomandata è stato di cinque euro, che ufficialmente equivarrebbero alle diecimila lire di un tempo. Al cortese impiegato postale ho chiesto se mai e poi mai lui avrebbe pensato che spedire una raccomandata la più semplice e la più leggera sarebbe costata diecimila lire. Mi ha risposto che se glielo avessero pronosticato, mai e poi mai ci avrebbe creduto.
    Una raccomandata diecimila lire. Il fatto è che cinque euro non sono affatto l’equivalente odierno delle diecimila lire di allora. Sì e no equivalgono a cinquemila lire, forse meno. Il fatto è che poco meno di dieci anni fa gli stipendi, le paghe, le retribuzioni concordate, i cachet professionali sono stati tradotti tutti in euro al calcolo di un euro eguale a poco meno di duemila lire. Nello spazio di un giorno milioni e milioni di italiani sono stati pesantemente immiseriti, e questo mentre altri italiani (che vendevano scarpe o pomodori da insalata o il proprio lavoro di idraulici) potevano giostrare verso l’alto il prezzo del loro lavoro. Nello spazio di un giorno milioni e milioni di italiani che negli anni avevano faticosamente accresciuto il loro reddito di qualche centinaia di migliaia di lire, sono stati amputati della metà del loro reddito. Mi ricordo di quando al “Panorama” diretto da Claudio Rinaldi mi arrivò un aumento di merito di 200mila lire mensili, e ne ero tutto contento. Duecentomila lire, i cento euro di oggi con cui ti puoi permettere un’uscita a due in pizzeria, ivi compresa la birra e il dessert e il pagamentzo del parcheggio.
    Al confronto con la trasmutazione della lira in euro, la Rivoluzione francese del 1789 è stata una barzelletta. Ha tagliato un po’ di teste, assassinato un po’ di nobili e persino le loro cameriere. S’è fermata lì. Otto anni fa in Italia è stata trasmutata la vita e il reddito e la capacità di acquisto di intere categorie sociali. Gente che guadagnava tre milioni di lire al mese, e dunque uno stipendio di tutto rispetto, oggi intasca 1500 euro con i quali te lo sogni di arrivare a fine mese in una grande città. Il segmento inferiore del ceto medio è stato travolto e sfigurato, e questo ancor prima che la crisi economica mondiale mordesse alle carni tutto e tutti.
    La classe politica italiana, maestra in fatto di parolame e di fuffa, era la più entusiasta d’Europa quanto all’introduzione dell’euro come moneta unica. Non sono così cretino da non sapere quali siano stati i vantaggi dell’adozione dell’euro in materia di lotta all’inflazione e dunque di stabilità del potere d’acquisto della moneta. Solo che quella moneta valeva la metà di prima, né più né meno. E che contro questo stravolgimento mortale la nostra classe politica non ha fatto nulla, non ha saputo immaginare nulla. Dalle case e dalle famiglie si alzava il grido di dolore di chi si ritrovava con l200 euro al mese dal milione e duecentomila che guadagnava prima, e che con quei 1200 euro non ce la facevano più a campare. I maestri del parolame sono rimasti a guardare. Ed eccoci dove siamo, in un Paese stremato dove tutti guardano in cagnesco tutti e dove la legge della giungla sociale (a cominciare dai livelli di evasione fiscale) regna sovrana. Mi date ragione o no?

    http://notizie.tiscali.it/articoli/c...o-parolai.html

  2. #2

    Predefinito

    cazzo che c'ha ragione

    ricordo a 18 anni uscivo con 10mila e tornavo a casa ancora con qualche spicciolo! adesso me lo sogno, se bevi 2 o tre birre gia ti sei giocato 10 euro!

    ma sti balordi!
    ITALIA

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •