India – Giro di vite per i Guru


La scure secolare si sta abbattendo sui Guru. Il governo indiano si appresta a varare l’Umbrella Law per vederci chiaro nei conti delle associazioni religiose e NGO, a seguito di una grande campagna, condotta da diversi gruppi e che infiamma il paese, sulla corruzione, la trasparenza e l’esportazione illegale di capitali.

Il business del sacro ha volumi vertiginosi in India e alcune Trust sono tra le più ricche al mondo. In India le associazioni religiose possono essere anche private.
Alcuni di questi Guru moderni sono a capo di Trust potentissime e vanno per la maggiore in India, inoltre incassano fortune immense e godono di esenzioni e benefici fiscali.


Tra questi:

Shri Shri Ravi Shankar

Shri Shri Ravi Shankar, fondatore di ‘Art of Living’, guru della classe medio-alta e dei vip, è il più rappresentativo tra gli ultimi appartenenti alla new age yogica indiana. Il nevrotico maestro nell’ultimo anno sarebbe stato al centro di alcuni avvenimenti tragicomici.


Asharam Bapu

Oltre che per complicità in tentativo di omicidio e pratiche nere, da cui è stato poi assolto, il Bapu è accusato di evasione fiscale e occupazione illecita. L’anno scorso i bulldozer hanno raso al suolo un ashram del santo poiché costruito abusivamente su terreno governativo.


Swami Nityananda

Il giovane Swami Nityananda, travolto da un grosso scandalo per la sua sensibilità verso le attrici di Kolliwood e rimasto in carcere per quasi due mesi, provocò l’ira della popolazione che appresa la notizia voleva assaltare l’ashram. La polizia dovette faticare non poco per sedare il tumulto. In corso d’indagine emerse, tra le altre cose, che uno dei suoi principali ashram era stato costruito su terreno demaniale che doveva essere restituito. Il bel e promettente Swami ha perso molto del suo smalto a seguito degli avvenimenti, anche se alla fine a venir condannato è stato il taxista che per primo ha diffuso i video scatenanti l’ira dei fedeli e dei religiosi.


Morari Bapu

Morari Bapu, un altro impero procurato dalla religione


Suddhanshu Maharaj

Suddhanshu Maharaj, anche il suo tra gli imperi più importanti.


Baba Ramdev

Concludo con Baba Ramdev, non so perché ma mi è simpatico e lo ritengo divertente.
Baba Ramdev è un grande personaggio mediatico, spopola in televisione, raduna folle enormi nelle grandi città. I suoi Yoga camp attirano masse sterminate. Insegnamento dello hatha yoga in diretta, yoga per la salute, yoga per le donne, per i bambini, per le suocere ecc.
Baba Ramdev ha portato l’hatha yoga alle masse, semplicemente, partendo dal nulla e raggruppando in breve grande seguito. La sua impresa è tra le più remunerative, vende dai DVD delle sue lezioni ai rimedi ayurvedici, passando per tutta la parafernalia rituale.
E proprio su questo era stato attaccato, accusato di distribuire alcuni rimedi ayurvedici contenenti metalli pesanti.

Recentemente (Ansa) aveva intrapreso uno sciopero della fame per richiamare l’attenzione dei politici sulla corruzione imperante ma l’assembramento del suo campo, migliaia di persone, è stato attaccato dalla polizia e smantellato. Il Guru è stato trasferito a forza in un suo ashram di Haridwar. E’ tra i portavoce dello scontento popolare e politico verso l’attuale classe dirigente.

La lista potrebbe continuare ancora poiché sono numerosissimi i personaggi che hanno posizioni (e fortune) vicine o poco inferiori a queste.
Inoltre, alcuni sono accusati di essere finanziatori di partiti come il BJP e il famigerato RSS, a cui apparteneva l’assassino del Mahatma Ghandi, sospettati di essere tra i responsabili dei più sanguinosi atti di terrorismo su suolo indiano.