Sembra un'email della polizia con l'elenco degli autovelox. Ma Ŕ un malware che ruba i dati sensibili.



L'ultimo pericolo che arriva via email fa leva sull'odio verso uno degli strumenti pi¨ temuti, in questo periodo di primo esodo estivo: l'autovelox.
Via posta elettronica si stanno diffondendo dei messaggi (provenienti dalla Germania, secondo le prime indagini) che apparentemente mostrano un mittente pi¨ che affidabile: la Polizia di Stato.
L'oggetto di ogni email Ŕ semplice e invitante al tempo stesso: spinge gli ignari utenti a credere che nel corpo sia contenuto l'elenco degli autovelox fissi e mobili, un'informazione che chi si appresta a partire per le vacanze considera particolarmente preziosa.
Aprendo l'email si trova un link, cliccando sul quale si casca fatalmente nella trappola: invece dell'agognato elenco sul PC arriva un virus che raccoglie tutte le informazioni sensibili a disposizione per poi inviarle verso dei server localizzati in Ucraina e Colombia.
Le prime partenze per le ferie e l'entrata in vigore del nuovo Codice della Strada sembrano essere in grado di obnubilare le menti degli utenti, che sarebbero giÓ stati truffati in decine di migliaia.
La Polizia stessa mette in guardia contro queste email fasulle e ricorda che, per chi vuole conoscere le postazioni degli autovelox, da tempo Ŕ disponibile una pagina aggiornata settimanalmente proprio sul sito ufficiale della Polizia. Chi invece fosse interessato a un rivelatore autovelox forse pu˛ trovarlo in questa stessa pagina.



PS:OCCHIO!!!!!


http://www.zeusnews.it/index.php3?ar...795&numero=999