Figlia bionda da coppia di colore, strano caso in Gb
La bambina è nata a Londra da una coppia di nigeriani arrivati in Gran Bretagna 5 anni fa. I medici: "Non è albina" ma spiegano: "Il colore della pelle può saltare varie generazioni prima di ripresentarsi"

E' appena nata, è bianca, ha i capelli biondi e gli occhi azzurri. Una bambina come tanti altri si direbbe, se non fosse per il fatto che i suoi genitori sono entrambi di colore. La storia è stata riportata dal tabloid britannico "The Sun".

La madre e il padre, entrambi nigeriani, si sono trasferiti in Gran Bretagna cinque anni fa. Hanno già due figli di colore e che loro sappiano, non ci sono discendenti bianchi nelle rispettive famiglie. Secondo gli esperti, infatti, nel caso in cui tra gli antenati ci sia un bianco, il colore della pelle può saltare varie generazioni prima di ripresentarsi. Se una donna è di dna misto, i suoi ovociti conterranno un mix di geni con la codifica sia per la pelle bianca che per quella nera. Così per l'uomo. Quando questi ovociti e il seme maschile si uniscono, danno origine a un bambino di dna misto. Occasionalmente però l'incontro di geni contenenti la stessa informazione, potrebbe dar vita a un bambino bianco (o di colore). Potrebbe essere questo il caso anche se i genitori della bambina che si chiama Nmachi - il cui nome significa "la bellezza di Dio" - preferiscono credere in un miracolo.

Lui, Ben Ihegboro, 44 anni, che di mestiere fa il consulente, ha spiegato: "Mia madre è nera, ha solo la pelle leggermente più chiara della mia". Quando ha visto la bambina sarebbe rimasto senza parole, pensava si trattasse di uno scherzo e avrebbe subito chiesto: "E' mia?". Ha però difeso sua moglie: "Mi è fedele e anche se non lo fosse stata, la bambina non sarebbe mai potuta uscire così bianca".La mamma della bambina, Angela, 35 anni di Woolwich, quartiere a sud di Londra, ha subito gridato al miracolo.

I medici dell'ospedale Queen Mary di Sidcup (periferia londinese) insistono sul fatto che la bambina, non è albina. Il professor Bryan Sykes, titolare della cattedra di Human Genetics all'Università di Oxford, e uno dei massimi esperti del settore in Gran Bretagna, ha definito la nascita "straordinaria" ma ha spiegato che "negli esseri umani misti una leggera variazione del colore della pelle può far venir fuori un bambino che può essere sorprendentemente diverso rispetto ai suoi genitori". Secondo il docente, questa situazione si verificherebbe soprattutto lì dove maggiore è il "melting pot", come tra la popolazione afro-caraibica, "non è il caso della Nigeria". (Apcom)
Fonte:http://notizie.virgilio.it/esteri/ge...ba-bianca.html


Lo scambio genetico, non so se può definirsi così ma mi sembra di sì, è qualcosa che riguarda anche le nostre piante, perciò ho riportato......anche se è a prescindere qualcosa di straordinario.