Pagina 1 di 8 12345678 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 75

Discussione: Fermate il test sul Big Bang o la Terra sparirà

  1. #1
    Old Sage Member L'avatar di Mkb
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    8,926
    Potere Reputazione
    10

    Question Fermate il test sul Big Bang o la Terra sparirà

    Fermate il test sul Big Bang o la Terra sparirà

    L'esperimento fra 10 giorni. Guerra tra scienziati: "Un buco nero ci inghiottirà"
    Il Cern di Ginevra: nessun rischio. Ricorso alla Corte Europea dei Diritti Umani


    LONDRA - Per gli studiosi che si apprestano a spingere il pulsante d'accensione, si tratta di ricreare le condizioni che esistevano una frazione di secondo dopo il Big Bang: ovvero di riportarci indietro nel tempo sino al momento della creazione del nostro universo, all'inizio del mondo.

    Ma per un gruppo di preoccupati ricercatori l'esperimento che dovrebbe cominciare tra dieci giorni in un immenso laboratorio sotterraneo, sepolto a un centinaio di metri sotto il confine tra Francia e Svizzera, comporta il rischio della fine del mondo, la distruzione e anzi la letterale scomparsa del nostro pianeta. Così, all'ultimo momento, gli oppositori del progetto hanno presentato un ricorso davanti alla Corte Europea dei Diritti Umani, che in teoria potrebbe bloccare il più grande, ambizioso e costoso test scientifico di tutti i tempi.

    Oggetto della contesa è il Large hadron collider, un acceleratore da 6 miliardi di euro che, facendo scontrare particelle atomiche ad alta velocità e generando temperature di più di un trilione di gradi centigradi, dovrebbe rivelare il segreto di come è cominciato l'universo. Venti paesi europei, più gli Stati Uniti, hanno finanziato il progetto, che dopo anni di preparativi dovrebbe prendere il via il 10 settembre al Centro di Ricerche Nucleari di Ginevra.

    Qualcuno, tuttavia, teme che l'esperimento andrà ben oltre le aspettative, creando effettivamente un mini buco nero, che crescerà di dimensioni e potenza fino a risucchiare dentro di sé la terra, divorandola completamente nel giro di quattro anni. Gli scienziati di Ginevra ribattono che non c'è assolutamente nulla da temere: ci sono scarse possibilità che l'acceleratore formi un buco nero capace di porre una minaccia concreta al pianeta, dicono, perché la natura produce continuamente delle collisioni di energia più alte di quelle che saranno create artificialmente dall'acceleratore, per esempio quando i raggi cosmici colpiscono la terra. Esperimenti di questo tipo, inoltre, sono stati condotti per trent'anni, senza avere risucchiato nemmeno un pezzettino della terra né causato danni di qualsiasi genere.

    Vero è che il nuovo acceleratore ha suscitato attenzioni e polemiche perché è il più grande mai costruito, con una circonferenza di 26 chilometri e la possibilità di lanciare particelle atomiche 11.245 volte al secondo prima di farle scontrare una contro l'altra a una temperatura 100mila volte più alta di quella che esiste al centro del sole. La speranza è individuare, così facendo, le teoriche particelle chiamate bosoni di Higgs, giudicate responsabili di avere dato massa, ovvero peso, a ogni altra particella esistente. Ma gli scienziati ammettono che ci vorranno anni prima di arrivare eventualmente a un risultato del genere, per le difficoltà nel trovare particelle così infinitesimamente piccole nel caos primordiale post-Big Bang creato dentro l'acceleratore.

    Abbiamo ancora dieci giorni per salvare la terra?, si chiede, con leggera ironia, il Sunday Telegraph. "I miei calcoli indicano che il rischio che un buco nero mangi il pianeta a causa dell'esperimento è serio", afferma il professor Otto Rossler, un chimico tedesco della Eberhard Karls University che ha presentato il ricorso alla Corte Europea dei Diritti Umani insieme ad alcuni colleghi. Replica James Gillies, portavoce del Centro Ricerche Nucleari di Ginevra: "Il ricorso non introduce nessun argomento che non sia già stato esaminato e respinto in passato, se questi esperimenti fossero rischiosi lo sapremmo già".

    In ogni caso lo sapremo con certezza dopo il 10 settembre, se la Corte Europea, come sembra di capire, darà luce verde all'iniziativa: che non sarà la "fine del mondo", ma un po' di curiosità al di fuori dei confini della scienza, in questo modo, l'ha ottenuta.

    (1 settembre 2008)


  2. #2

    Predefinito

    a parte il fatto che, con la gente che muore di fame, questi si spendono 6 miliardi di euro per costruirsi sto giochino...ormai li hanno spesi...facciamoli giocare...sapranno cosa fanno, sono del CERN...il chimico tedesco stava scherzando (e in piu si è fatto un po di pubblicità, che non guasta mai...)
    È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante. (A. de Saint-Exupery)

    I giovani devono fare quello in cui credono.L'importante è che non smettiate di essere giovani. (E.Guevara)

    "...va bhe poi è anche il fatto di far crescere una nuova vita...""va bhe cazzo ma a 'sto punto fai l'orto"
    (Amico a cui tentavo di spiegare le soddisfazioni dell' overgrower)

  3. #3

    Predefinito

    Se fate 2 calcoli la terra secondo lo scienziato dovrebbe essere risucchiata nel giro di 4 anni circa settembre 2012 giusto? i maia avevano predetto la fine del mondo o comunque un grande cambiamento per il 21 dicembre 2012 ...che coincidenza

  4. #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lospa Visualizza Messaggio
    Se fate 2 calcoli la terra secondo lo scienziato dovrebbe essere risucchiata nel giro di 4 anni circa settembre 2012 giusto? i maia avevano predetto la fine del mondo o comunque un grande cambiamento per il 21 dicembre 2012 ...che coincidenza
    Azz!!!
    Ganjaman never stop to burn a lot of Ganja-Weed !!!

  5. #5

    Predefinito

    ma sistemare i buchi nelle strade? cambiare le lampadine ai lampioni? far funzionare gli uffici dei comuni?

    io mi chiedo, ma che cazzo andiamo a fare nello spazio? perchè ricreare un buco nero? con tutti i guai che abbiamo, seri, sulla terra... boh!!! io non capirò mai...
    dalla calabria col furgone

  6. #6

    Predefinito

    ma sistemare i buchi nelle strade? cambiare le lampadine ai lampioni? far funzionare gli uffici dei comuni?

    io mi chiedo, ma che cazzo andiamo a fare nello spazio? perchè ricreare un buco nero? con tutti i guai che abbiamo, seri, sulla terra... boh!!! io non capirò mai...
    concordo.
    E' come se io vivessi in una topaia dove piove dentro tutto l'inverno, non avessi i soldi per dare da mangiare ai miei figli e spendessi tutti i miei guadagni di una vita per comprare una bottiglia di Chateau Lafite del 1787.

  7. #7

    Predefinito

    I maia avevano predetto un cambiamento x colpa dell'allineamento o avvicinamento del pianeta X ( KE POI è UNA STELLA vicino a plutone se nn sbaglio )

    Poi, il fatto di questo esperimento, è una bufala. è impossibile creare ora un big bang ( ke poi manko si sa com'è è solo immaginazione )
    ci vorrebbero energie pazzeske..nn riusciamo manko a fare viaggi nella luna, nn riescono a creare buki neri,o big bang... You Tube vi influenza. :D

    Concordo col fatto ke son soldi sprecati, L'intelligenza della Razza Umana a volte è veramente pietosa... fa cagare... sprecano soldi x esperimenti ke nn servono a un bel caz***
    Rovinano l'ambiente e basta.

  8. #8

    Predefinito

    Per saperne di più sul 2012:
    Al momento sto leggendo "2012: The Return of Quetzalcoatl" di Daniel Pinchback. Ve lo consiglio, anche "Breaking Open the Head", l'ho letto da poco e lo consiglio a tutti. Purtroppo sono in Inglese.

  9. #9

    Predefinito

    anche col nucleare c'era chi credeva che la reazione si sarebbe espansa a tutti gli atomi e avrebbe distrutto il pianeta.
    Ciò nonostante, provarono lo stesso.

  10. #10

    Predefinito

    Tanto moriremo tutti prima per colpa della skunk killer del tg5

Pagina 1 di 8 12345678 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •