Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Crolla palazzina a Barletta. Il sottosegretario Mantovano: cinque persone sotto le ma

  1. #1

    Predefinito Crolla palazzina a Barletta. Il sottosegretario Mantovano: cinque persone sotto le ma

    Sotto le macerie della palazzina crollata a Barletta ci sarebbero ancora cinque persone. «Sono tutte donne, due di loro hanno dato segni di vita comunicando con i soccorritori», dice il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano che ha appena lasciato il luogo del crollo. «Al momento - ha proseguito Mantovano - la vittima certa è Maria Cinquepalme, la figlia quattordicenne dei titolari della piccola impresa» che si trovava nell'edificio. «I soccorritori - aggiunge il sottosegretario - stanno scavando a mano un cunicolo parallelo a quello principale per riuscire a raggiungere senza danni le donne rimaste intrappolate».

    I mezzi di soccorso dei vigili del fuoco, gli uomini della protezione civile e alcuni volontari sono al lavoro per cercare di estrarre le persone rimaste ancora sotto le macerie. Non sono chiare le cause del crollo ma al momento sembra esclusa l'ipotesi di una fuga di gas. Più possibile la pista di un cedimento strutturale dell'edificio.

    Il dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune di Barletta, Francesco Gianperrini, ha informato la stampa che venerdì scorso i proprietari della palazzina avevano fatto richiesta ai vigili urbani di un sopralluogo, ritenendo che l'edificio mostrasse cedimenti nella staticità. A quanto riferiscono fonti di stampa, tecnici del Comune e i vigili del fuoco nella stessa giornata, poche ore dopo la presentazione della richiesta da parte dei proprietari, avevano fatto il sopralluogo comunicando poi agli interessati che era necessaria una verifica tecnica più approfondita e una messa in sicurezza dell'immobile le cui operazioni, sarebbero dovute avvenire nella giornata di oggi.

    Sul posto dov'è avvenuto il crollo della palazzina sono giunti il procuratore capo di Trani Carlo Maria Capristo, l'assessore regionale alle Opere pubbliche e protezione civile Fabiano Amati, l'assessore al Welfare Elena Gentile. Il sindaco di Barletta, Nicola Maffei, che era in visita istituzionale in Piemonte, ha comunicato di essersi già messo in viaggio verso la cittadina pugliese.

  2. #2

    Predefinito

    Napolitano sulla tragedia di Barletta: «Inaccettabile ripetersi di sciagure dove si vive e lavora»

    «L'inaccettabile ripetersi di terribili sciagure, laddove si vive e si lavora, impone l'accertamento rigoroso delle cause e delle responsabilità». Lo afferma il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio inviato al sindaco di Barletta, la cittadina pugliese dove ieri è crollata una palazzina, provocando la morte di cinque persone.

    La sciagura di Barletta, prosegue il capo dello Stato, «impone l'accertamento rigoroso delle cause e delle responsabilità, e soprattutto l'impegno di tutti, poteri pubblici e soggetti privati, a tenere sempre alta la guardia sulle condizioni di sicurezza delle abitazioni e dei luoghi di lavoro con una costante azione di prevenzione e di vigilanza».

    Napolitano, «profondamente colpito dal tragico bilancio» del crollo della palazzina a Barletta, ha inviato un messaggio al sindaco Nicola Maffei, esprimendo «sentimenti di commossa e affettuosa partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime» e rivolgendo ai feriti «gli auguri di una pronta guarigione, manifestando all'intera comunità di Barletta, già duramente colpita negli anni da analoghi gravi eventi, la solidarietá di tutto il Paese».Si indaga per disastro e omicidio colposo. Al Comune erano state richieste verifiche statiche sull'imobile
    La Procura della Repubblica di Trani ha avviato una inchiesta per disastro colposo e omicidio colposo plurimo e sta in particolare verificando se il crollo possa essere in relazione con i lavori di demolizione di un rudere attiguo all'edificio collassato. Intanto è emerso che al Comune era stato chiesto di predisporre verifiche statiche sull'immobile: lo ha detto, interpellato dall'Ansa, il procuratore di Trani, Carlo Maria Capristo. «Lo posso confermare. Non è una voce di popolo, ma un dato documentato», ha detto il procuratore, che ha aggiunto come nessun nome sia stato per ora iscritto nel registro degli indagati.

    All'esame di polizia e carabinieri le testimonianze di decine di persone
    In queste ore numerose persone, tra le quali abitanti della palazzina crollata che erano fuori casa al momento della tragedia, sono ascoltate dagli investigatori nella sede del commissariato di polizia di Barletta. Al vaglio sono le tante denunce sui rischi di staticità dell'edificio in seguito ai lavori di demolizione di un rudere attiguo in corso da tempo per far posto ad un nuovo stabile. Polizia e carabinieri, in particolare, stanno acquisendo informazioni sui risultati del sopralluogo fatto venerdì 30 settembre scorso nello stabile crollato da vigili del fuoco e tecnici comunali.
    È stata anche sequestrata la documentazione relativa alle autorizzazioni ottenute nel tempo per svolgere i lavori di demolizioni propedeutici alla costruzione del nuovo manufatto da parte del proprietario dell'area e dell'impresa edile alla quale erano stati affidati i lavori.
    La Guardia di finanza, dal canto suo, sta acquisendo notizie sull'attività del maglificio, ubicato in un locale al piano terra dell'edificio, soprattutto per verificare la sussistenza dei requisiti previsti dalla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e dalla regolarità delle assunzioni.

  3. #3

    Predefinito

    Dopo che e sucesso sono tutti bravi a parlare ma intanto 5 persone non ci sono piu ...andate a fare in culo brutti figli di puttana

    r.i.p. Anime innocenti

  4. #4

    Predefinito

    4 delle ragazze lavoravano al piano terra iu un tomaificio a nero per soli 4 euro l ora ... e ora uno scarica la colpa all altro chissa tra quanti millenni si sapra la verita e se si sapra visto che siamo in italia

  5. #5

    Predefinito

    ciao antifa dalla localita in cui vivi (( ha ha ah chi u vol capi u capisc ) siamo vicini !!comunque la penso come te su tutto !!! governo di merda dittatoriale e fascista !!! hasta la victoria siempre !!

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •