Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Antonio Meneghetti, Il santone guida di Berlusconi

  1. #1
    Old Sage Member L'avatar di Marco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    1,096
    Potere Reputazione
    12

    Predefinito Antonio Meneghetti, Il santone guida di Berlusconi

    articolo preso da: www.danielemartinelli.it



    Un’enciclopedia video che andrà presto in tv e su web per riscrivere la storia. E’ prodotta dalla Ovo s.r.l. società partecipata dalla Fininvest di Berlusconi, composta da 40 persone che da un anno stanno lavorando freneticamente in alcuni locali di via Marroncelli, a Milano. Il loro direttore è Andrea Pezzi, 35 anni, ex vj che controlla la Ovo al 53%. Stanno riscrivendo la storia, come promesso in campagna elettorale da Marcello Dell’Utri, acculturato pataccaro che ha scambiato diari falsi come autentici attribuibili al Duce.

    A rivelare l’esistenza della Ovo s.r.l. che lavora in gran segreto è, tra gli altri, Peter Gomez, in un servizio pubblicato su L’Espresso di questa settimana. Nell’articolo si legge che Pezzi controlla la Ovo tramite Nova Fronda, nome che rimanda ad Antonio Meneghetti, ex frate abruzzese nativo di Avezzano, 72 anni, alle spalle un passato giudiziario burrascoso, fondatore dell’ontopsicologia, disciplina che forma il leader inteso come “intuizione attiva di soluzioni per il collettivo”. Meneghetti ha ottenuto qualche decina di milioni di risarcimento dal Viminale, dopo che quest’ultimo, in un rapporto di diverse pagine, aveva bollato l’ontopsicologia una “setta religiosa”.
    Nei suoi scritti e nelle sue conferenze l’ex frate rivendica la necessità di “relativizzare l’olocausto ebraico perché gli ebrei non sono l’unico popolo che ha pagato e sofferto”. Secondo Meneghetti Adolf Hitler e Josef Stalin vanno studiati dal punto di vista del loro essere interiore, senza dimenticare che “il vincitore fa le leggi, scrive la storia e definisce la morale”. Per farla breve, nei video prodotti dalla Ovo di Andrea Pezzi su commissione di Berlusconi, Adolf Hitler viene dipinto come un personaggio controverso di cui si parla del suo carisma ma mai del suo razzismo.

    L’università di San Pietroburgo ha addirittura istituito una cattedra di ontopsicologia nel corso di laurea in psicologia. Qui il filorusso Meneghetti ama circondarsi di mistero, dice di essere stato consigliere di Putin nel 2000 agli albori della sua carriera politica, senza che la notizia abbia mai trovato conferme. Tra i suoi seguaci nell’ex unione sovietica ci sono capitani d’azienda, militari, il figlio di un importante banchiere e gente comune che spera di far carriera nel capitalismo.
    Meneghetti ha fondato l’ontoarchitettura, in Brasile ha ricostruito la comunità di Recanto Maestro con tanto di albergo e università per gli studenti. Qui il professore indice riunioni attorno alla grande pietra ribattezzata “Genius Ioci” che spesso si concludono con pianti liberatori collettivi.
    In Italia i seguaci dell’ontopsicologia sono circa 500. A Pissignano in Umbria, Meneghetti ha acquistato un intero borgo medioevale caratterizzato da abitazioni decorate con simboli esoterici che vengono rivendute ai seguaci. A Maduro di Sant’Angelo Lodigiano sta per essere ultimata un’enorme cascina con la facciata rifatta, su cui sono state collocate enormi strutture in metallo che richiamano ad una chiesa, grazie all’intervento di Meneghetti, fondatore dell’ontoarte.
    Antonio Meneghetti, convinto che il denaro non sia lo sterco del demonio ma un mezzo per misurare la qualità del leader, è ricco. Possiede decine di immobili a Roma, Cagliari, Lodi e in Umbria.
    In Svizzera è titolare di gallerie d’arte e di una casa d’abbigliamento che produce capi di ortomoda, rivenduti ai simpatizzanti per cifre che oltrepassano anche i 2 mila euro. Controlla la Foil (formazione ontopsicologica interdisciplinare leaderistica) che dal 2001 organizza a Milano corsi per manager.
    Economicamente Meneghetti è affiancato da Luca Morotti, socio della The Hempt company, chiusa dalle autorità svizzere perché commercializzava la canapa indiana e i suoi derivati.
    Secondo Meneghetti il problema non è chi produce o vende droga o armi. Il problema è l’utilizzo che se ne fa perché tutto, secondo Meneghetti, è relativo. Rimane da chiedersi come l’ultraproibizionista Berlusconi abbia finito per entrare in una società televisiva ai cui vertici figurava un venditore di marijuana.

    Antonio Meneghetti fu arrestato nei primi anni ‘80 con alcuni suoi adepti, accusato di associazione a delinquere, violenza carnale e altri reati. Prosciolto dalle accuse più gravi, Meneghetti iniziò a guadagnarsi la fama di santone ironizzato perché in una sua sede di Scandriglia (RI) furono trovate sedie su cui erano state applicate “protuberanze” da usare durante le terapie.
    Nel 1991 la sua giovane compagna morì in Sardegna in circostanze mai chiarite. Condannato per omicidio colposo, Meneghetti ha trascorso alcuni anni in carcere. Nel 1997, 4 anni prima di Berlusconi, scrisse un manifesto politico in cui si augurava che i magistrati dipendano dall’esecutivo e che siano obbligati a fare aggiornamenti psicoterapeutici, poiché vanno sorvegliati per essere sicuri che non siano degli schizofrenici, visto che secondo Meneghetti, la maggioranza di loro lo è. “Una riforma che spetta a grandi uomini come Berlusconi, Bossi, Buttiglione e Fini, uomini che fanno il loro meglio per una leadership italiana nel mondo” scriveva. Guardacaso Berlusconi l’ha preso alla lettera.

    http://www.youtube.com/watch?v=pa0vF4JThIo
    questa è bella...

  2. #2

    Predefinito

    quasi surreale direi

  3. #3
    Old Sage Member L'avatar di Marco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    1,096
    Potere Reputazione
    12

    Predefinito

    già.

    per approfondire l'articolo di peter gomez pubblicato sull'espresso: http://voglioscendere.ilcannocchiale...logdoc=2012134

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •