Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: 30 anni di Commodore 64

  1. #1
    erfumo
    Guest

    Arrow 30 anni di Commodore 64

    ah quanti ricordi......

    Era il gennaio del 1982 quando al Ces di Las Vegas (nell’edizione Winter, all’epoca ce n’erano due) venne presentato il Commodore 64, il computer che ha preso per mano tanti adolescenti nel mondo per condurli nel nuovo mondo dell’informatica. La scusa era proprio quella di imparare il futuro, la realtà spesso si coniugava con infinite partite con gli amici al mitico calcio del Commodore (International Soccer, sotto un video commovente). Sono passati 30 anni da allora e ancora si sta discutendo – come scrive Luca Annunziata su Punto Informatico – se il C64 davvero è il computer più venduto di sempre (qui un po’ di numeri): con 17 milioni di pezzi e una configurazione immutata negli anni difficilmente qualche pc moderno potrà mai mettere in discussione la supposta leadership.


    [YOUTUBE]CVqCpjpDabM&featur[/YOUTUBE]

    Il dato forse non è poi così importante: il Commodore era un simbolo, una macchina all’avanguardia per l’epoca (sempre su PI trovate un po’ di specifiche). L’inizio timido dell’informatica di massa. In Italia arrivò un anno dopo, nel marzo del 1983 (negli Usa era commercializzato già dal giugno 1982), dopo aver fatto bella mostra di sé allo Smau di un anno prima. E fu subito un successo, malgrado costasse all’epoca del lancio 973.500 lire (Wikipedia), cifra comunque minima per un computer allora, e fu infatti quella la chiave del successo (negli Usa costava 565 dollari contro i 135 stimati di costo di produzione della singola macchina). Sotto la pubblicità del 1982.

    [YOUTUBE]796KD4SNzwE&feature[/YOUTUBE]

    Sono passati appunto 30 anni e la cosa fa indiscutibilmente impressione a chi, allora, sul C64 faceva i primi passi nel digitale. Magari provando anche a programmare un software qualunque usando il manuale e il Basic, con un “if” sempre seguito dall’immancabile “then”. I ricordi sono tanti. Dalla devastazione operata sulla propria collezione di musicassette, perché Vasco ormai era passato di moda e serviva il nastro per registrare dall’amico compiacente BattleZone (pirateria da principianti), alla sfida assolutamente da tifosi con il compagno di banco. Lui aveva lo Zx Spectrum e sosteneva (pazzo) che fosse molto meglio. Perché ben prima di “Windows vs Mac” oppure “iOS vs Android” (ma anche “Fifa vs Pes” o “Cod vs Battlefiedl”), le sfide di religione digitale sono iniziate proprio allora. E il Commodore era molto meglio (tiè!).
    Qui su Mal di Tech Paolo parlava del remake del Commodore di qualche mese fa.














    http://vitadigitale.corriere.it/2012...-commodore-64/

  2. #2

    Predefinito

    uuu l if e il then, la facevo anche io, la piccola programmatrice!
    Se per ogni "vorrei" avessimo alzato il culo, ora saremmo a 100 km da quello che siamo e ad un passo da quello che desideriamo.
    (Tumblr)

  3. #3

    Cool

    il commodore 64 rompe il culo al PC!!!

    [YOUTUBE]P3wTpe4CPHw[/YOUTUBE]
    È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante. (A. de Saint-Exupery)

    I giovani devono fare quello in cui credono.L'importante è che non smettiate di essere giovani. (E.Guevara)

    "...va bhe poi è anche il fatto di far crescere una nuova vita...""va bhe cazzo ma a 'sto punto fai l'orto"
    (Amico a cui tentavo di spiegare le soddisfazioni dell' overgrower)

  4. #4

    Predefinito

    quanti ricordi......

    le giornate intere a giocarci, c'è l'ho ancora su in manzarda con tanto di giochi.....
    ITALIA

  5. #5
    Super Moderator L'avatar di jaco
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    6,386
    Potere Reputazione
    23

    Predefinito

    L'ho avuto, l'ho amato per un po' ma non condivido l'entusiasmo che traspare nel 3d.
    Vero è che ai tempi era il top che un teenager malato di informatica potesse desiderare (ero uno dei pochi matti che lo usava soprattutto per programmare nel rudimentale basic allora compilato) ma quando, fortunato, ricevetti in dono un Macintosh prima serie (in prestito per un anno) da uno zio che me lo affidò prima di una trasferta lunga...capii che i computer erano un'altra cosa: floppy da 3.5, schermo integrato, icone, mouse...sembrava di interagire con il computer dell'enterprise con 10 anni di anticipo sui pc e su tutti i vari giochetti evoluti (vic 20, c64, zx, atari e poi anche amiga, per restare in casa Commodore), anche se il basic Mac nnon gestiva la virgola mobile...chi se ne importava!
    Commodore non ha davvero mai capito dove l'informatica stava dirigendosi, Jobs lo capì subito (e Gates lo copiò) e per questo oggi la prima è solo un brand di archeologia industriale, la seconda l'azienda tecnologica numero uno al mondo e l'ultima solo un astuto parto di politiche commerciali spregiudicate.
    Vogliamo festeggiare dei compleanni? ricordate queste date:

    • 1977: viene presentato l'Apple II
    • 1984: viene presentato il Macintosh
    • 2001: viene presentato l'iPod
    • 2007: viene presentato l'iPhone

    Ciascuno di questi prodotti ha anticipato davvero il futuro...senza polemica (i legami affettivi non sono oggetto di critica, mai) ma la storia dell'informatica a largo spettro l'hanno fatta altre macchine.
    "Il saggio parla perché ha qualcosa da dire. Lo sciocco perché ha da dire qualcosa."

  6. #6

    Predefinito

    Scemenze.

    Il C64 ha rappresentato per noi il primo PC in casa alla portata dei comuni mortali.
    Ci ha fatto sognare e ha reso molti di noi dei provetti programmatori.
    Apple e c. hanno sempre rappresentato una nicchia, una lobby e tuttora lo sono con apparecchi dai prezzi folli.
    Non basta inventare. Genio è anche chi la tecnologia la rende alla portata di tutti.
    Dici mac? rispondo C64! Dici iphone? rispondo HTC. Dici ipad? rispondo superpad flytouch3.
    Ti senti fico? Buon per te. Ma rispetta i sentimenti degli altri.

    W il C64 ora e sempre!

  7. #7

    Predefinito

    il primo anno programmavo a scuola in basic su c64, ma avevano anche dei bellissimi c128 che l'anno dopo hanno sostituito con degli Amstrad 8088..... bei tempi parliamo penso erano gli anni '85-'86....
    Le foto sono state reperite negli archivi pubblici di internet.

    OverGrow coltiva passione!!

    Tessera A.S.C.I.A n°80
    ------------------------------------------------------------------
    http://www.overgrow-italy.nl/forums/...e-vt12133.html
    http://www.overgrow-italy.nl/forums/...r-vt16871.html

  8. #8
    Old Sage Member L'avatar di drlecter
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    6,926
    Potere Reputazione
    27

    Predefinito



    pomeriggi piovosi al tepore della stufa con Salta max, Difesa spaziale, Saloon
    quanti ricordi

    Press play on tape



    [YOUTUBE]EG7TUaDdJvQ[/YOUTUBE]

    hanno fatto pure una app per iphone (che tristezza)

    [YOUTUBE]gUQH24c63g8[/YOUTUBE]

    E chi se lo ricorda Tarzan? Altro che call of duty...

    [YOUTUBE]Lde83HGUBMc[/YOUTUBE]


    @drlecter44

  9. #9

    Predefinito

    Quando sento ste musiche mi vengono le lacrime...ah quanti ricordi

    [nomedia="http://www.youtube.com/watch?v=EOVf3eaqbYg"]"Crazy Comets (Orbital Decay Mix)" 8 Bit Weapon - YouTube[/nomedia]

    [nomedia="http://www.youtube.com/watch?v=qrQuR1LHAVI"]Rob Hubbard - Commando [C64] - YouTube[/nomedia]

    I primordi della tecno music...

  10. #10
    Super Moderator L'avatar di jaco
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    6,386
    Potere Reputazione
    23

    Predefinito

    Invitandoti ad essere calmo (io non ho detto che hai scritto scemenze ma cose che, dal mio punto di vista non sono così condivisibili) ti faccio notare un paio di cose, riportate in rosso.

    Citazione Originariamente Scritto da lirigio Visualizza Messaggio
    Scemenze.

    Il C64 ha rappresentato per noi il primo PC in casa alla portata dei comuni mortali.
    Vero da un punto di vista del costo e del fattore novità: prima non c'era quasi nulla e, come ho detto, bisognava esser everamente fortunati ad avere la possibilità economica di comprare qualcosa di meno "giocattoloso".
    Ci ha fatto sognare e ha reso molti di noi dei provetti programmatori.
    Come credo nessuno possa smentire chi ha incominciato a dedicarsi alla scrittura di codice su macchine oggi antidiluviane ma ai tempi all'avanguardia ha avuto la possibilità di imparare bene INDIPENDENTEMENTE dalla piattaforma e il C64 ma anche il Vic20 o il 128 o l'amiga hanno avuto il merito di rendere disponibile ad un prezzo tutto sommato economico qualcosa che ti permettesse di imparare.
    Ma passare, poi, alle cose serie ha sempre comportato un trasloco su piattaforme più potenti....sempre.
    Apple e c. hanno sempre rappresentato una nicchia, una lobby e tuttora lo sono con apparecchi dai prezzi folli.
    Non basta inventare. Genio è anche chi la tecnologia la rende alla portata di tutti.
    Sono diverse filosofie che hanno portato a esiti diversi.
    E' la grande lotta dicotomica che si è innescata all'alba dell'informatica e che ha visto contrapporsi da una parte il pacchetto chiuso e dall'altra il pacchetto aperto.
    Mac: "ti do una macchina che devi solo attaccare alla rete, stop non devi (e non puoi, in verità) fare altro che usarla"
    PC: "data una qualsiasi macchina ci puoi mettere su tutto il sw che vuoi e fare quello che vuoi anche a livello HW oltre che SW ma sappi che la certezza che la stessa funzioni al 100% non l'avrai mai".
    Sono filofie diverse, nessuna, ad oggi, è risultata la migliore: pensa alle continue necessità di aggiornamenti e patch software o la continua rincorsa al driver ultima versione per far funzionare tutto (sentita nei pc diventata quasi una barzelletta all'alba dei sistemi Linux based), aggiungi anche un tasso di obsolescenza notevole. Un PC degli anni 90 in pochi mesi diventava obsoleto mentre un Mac power PC in certi ambiti fa ancora il suo lavoro in modo accettabile o un IMAC regge ancora il confronto con certi cessi da pochi eurto (e ha dieci anni)...puoi dire lo stesso anche del miglio PC che potevi comprare negli stessi anni? anche spendendo uguale?
    Circa il costo: una delle leggi fondamentali dell'economia è che il prezzo di un bene non è mai un valore oggettivo assoluto. Tu sei disposto a spendere un TOT per un bene, qualcun altro di meno, qualcun altro di più. Dato che il mercato lo regge (sennò l'azienda avrebbe già chiuso da mo i battenti) perchè non proporre ad un prezzo che, per quanto alto, non è poi (alla luce di diversi fattori) spropositato? Con un power pc della MAC io ho lavorato per 3 anni e l'ho lasciato in eredità a chi ha poi preso il mio posto e lo stesso ha continuato a fare il suo lavoro per un totale di 7 anni...esistono pc con un simile tempo di ammortamento? la risposta è no: anche in contabilità l'ammortamento di un pc è sui 3 anni (ma solo per semplicità di assimilòazione ad altrti cespiti perchè il vero periodo di ammortamento/obsolescenza è di meno di un anno, in certi casi).
    Dici mac? rispondo C64! Dici iphone? rispondo HTC. Dici ipad? rispondo superpad flytouch3.
    Mi spiace ma io non ho mai affermato la superiorità di una cosa rispetto all'altra (a meno che tu non abbia voluto leggere così) io ho detto che determinati prodotti hanno anticipato i tempi perchè HTC (o meglio Android) è successivo al sistema operativo iOS dell'Iphone, idem per i tablet...sono tutti figli dell'Ipad prima ogni tentativo di imporli al mercato era fallito miseramente (vedi la stessa Apple con l'orribile Newton).
    Si fa sempre in tempo a prendere qualcosa e migliorarla ma la figata è fare qualcosa di innovativo: ti sembra poco, ad esempio, che Excel sia nato proprio per piattaforma Mac?
    E, comunque, una cosa relativamente ad Android: senza entrare nel merito delle qualità o delle pecche di tale sistema operativo prova a scaricare una qualunque applicazione per il tuo smartphone. Dovrai cercare esattamenter l'applicazione per quel modello di device, di sistema operativo e di versioning perchè basta anche semplicemente modificare di un pixel lo schermo per avere malfunzionamenti etc.
    Ti senti fico? Buon per te. Ma rispetta i sentimenti degli altri.
    Suscettibile, vedo. Non mi sento fico e non sono neanche uno di quelli che passano le notti in coda davanti agli apple store prima di un lancio: ho avuto, soltanto, la fortuna di apprezzare un prodotto superiore agli altri concorrenti quando, per fare un paragone, la Apple sfornava gioielli, gli assemblatori di pc paccottiglia e produttori come Commodore, Amstrad, Atari, Motorola, etc facevano dei bei pezzi di bigiotteria, anche pregevole ma sempre bigiotteria.
    W il C64 ora e sempre!
    Ancora una volta mi sembra di non essere stato chiaro a sufficienza: se sei affezionato a qualcosa...ma lungi da me dal criticartela solo siamo obiettivi!
    Anche a me piace da impazzire la Jaguar E-Type del '62 e penso che sia una delle più belle macchine mai prodotte ma non mi sognerei mai di dire che nel 62 era al top della tecnica e della meccanica...
    Per inciso: quante delle applicazioni che avvei scritto per il tuo C64 le hai traghettate facilmente su altre piattaforme (intendo salvate, avviate su macchina diversa e funzionanti senz'altro intervento?)? scommetto molto poche (e penso nessuna se parliamo, appunto, di un salvo, carico, eseguo). Beh il mio programmino per l'inversione delle matrici e per la soluzione dei sistemi di equazioni differenziali lho portato dal Mac originario fino ai vari altri fratellini per 10 anni senza nessun adattamento (non avevo necessità di ricompilare, modificare il codice, adattare i parametri video)...
    "Il saggio parla perché ha qualcosa da dire. Lo sciocco perché ha da dire qualcosa."

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •