Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 12 di 12

Discussione: Depenalizzare reati minori

  1. #11

    Predefinito

    ahhhh, come sarebbe bello poter coltivare le mie bimbe dormendo sogni tranquilli!
    ITALIA

  2. #12
    Old Sage Member L'avatar di drlecter
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    6,926
    Potere Reputazione
    27

    Predefinito parliamo sempre di soldi

    Citazione Originariamente Scritto da jaco Visualizza Messaggio
    Ti quoto....e ti stimo per avere le idee così chiare, e non sono tantissimi che le hanno.
    Citazione Originariamente Scritto da NoReason Visualizza Messaggio
    Concordo pienamente....è uno dei motivi per cui la gente che non sa cosa sia la cannabis, non informata o addirittura disinformata, potrebbe cambiare idea più velocemente.
    Un ideale è difficile da modificare o addirittura sopprimere.....molto più facile è invece quando c'è un ritorno economico.....e lo sappiamo fin troppo bene, purtroppo!
    mi fa piacere che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Sarà la mia anche un pò di deformazione professionale ma sono abituato a ragionare in termini di mera pecunia. So benissimo che il discorso è molto più ampio e non dimentico gli aspetti socio-culturali del proibizionismo ed i suoi effetti nefasti ma come dice bene NoReason il fattore economico è una leva sempre molto potente, anche mediaticamente parlando.

    Metto qui un articolo che ci stà a fagiolo.
    ---------------------------------------------------------------------------

    Ascoltate l'Onu

    pubblicato su Gli Altri, il 24/02/12

    Si fanno tante chiacchiere sulla necessità di tassare i profitti non dichiarati, ma si ignora una delle principali fonti di inquinamento dell'economia, ovvero il fiume di denaro nero incassato dalle organizzazioni criminali grazie al monopolio sul traffico delle droghe. Su questo argomento governi e partiti (radicali a parte) tacciono da anni, come fosse un tabù intoccabile. La linea politica di destre e sinistre, con sfumature impercettibili, rimane quella del proibizionismo assoluto. Eppure, come indicato di recente da una speciale Commissione Onu che includeva capi di Stato, celebri scienziati e premi Nobel, (documento tradotto integralmente su Frigidaire n.236 del settembre 2011) il proibizionismo imposto dagli Usa in tutto il mondo negli ultimi 60 anni è completamente fallito. Il divieto totale non solo non ha ridotto il consumo, ne ha provocato la crescita esponenziale. E ha generato inoltre gruppi criminali ricchissimi capaci di condizionare interi governi. Solo in Italia si parla di 130 miliardi di euro drenati ogni anno dalla criminalità e riciclati in attività speculative e corruttive. Contro questa piaga la Commissione Onu ha sollecitato la legalizzazione di ogni tipo di droga e la immediata liberalizzazione di marijuana e hascish, sostanze assai meno dannose dell'alcool. Ma, come tanti documenti Onu, anche questo è rimasto lettera morta. Si preferisce spendere miliardi per riempire le carceri di piccoli spacciatori. Ma nessuno osa colpire la testa del drago, cioè il monopolio criminale del traffico. Perché? Ecco un altro dei misteri della nostra società, dove tutto ciò che è vietato è anche normalmente permesso...

    http://www.radicali.it/rassegna-stampa/ascoltate-lonu


    @drlecter44

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •