Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21

Discussione: "L'ho gettato nel Tevere"

  1. #11
    Super Moderator L'avatar di kingmob
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    lost in la mancha
    Messaggi
    5,739
    Potere Reputazione
    21

    Predefinito

    quoto quanto detto sopra dal dottore.
    ho editato i msg di primo ed il quote seguente, con la speranza che la cosa si chiuda quì e non ci siano ulteriori repliche.

    se volete prendervi di petto c'è il ring, quì non sono tollerate offese dirette o indirette che siano.

    buon forum a tutti.

    KINGMOB TESSERA A.S.C.I.A. N.09

  2. #12
    Old Sage Member L'avatar di triglia
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    1,661
    Potere Reputazione
    22

    Predefinito

    Sono molto in difficoltà su questo thread, e ho aspettato solo ora per intervenire, perchè faccio tanti discorsi sulla libertà di espressione e non voglio poi risultare come quella che vi impedisce di parlare.
    Ma il commento di Star75, e il successivo di Babil72, li trovo offensivi: a parte il fatto che mi chiedo chi siate voi tutti per giudicare una situazione senza dubbio estrema, trovo che accusare una donna "perchè sono insopportabili a prescindere" sia offensivo.
    La colpa, ammesso e non concesso che noi possiamo attribuirla, è di chi a commesso il gesto, la causa sarà da ricercare nel suo vissuto e nella sua psiche.

    In quest'ottica vi propongo un piccolo "giochino" sull'attribuzione delle responsabilità, si chiama "la donna sul ponte"



    Detto ciò invito gentilmente Primo a moderare i toni e non insultare gli altri utenti, non credo che dire ad un fumatore che è un fumatore aiuti a farlo smettere
    Iscrivetevi alla news letter ASCIA
    www.legalizziamolacanapa.org

    peace

  3. #13

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da triglia Visualizza Messaggio
    Sono molto in difficoltà su questo thread, e ho aspettato solo ora per intervenire, perchè faccio tanti discorsi sulla libertà di espressione e non voglio poi risultare come quella che vi impedisce di parlare. Ma il commento di Star75, e il successivo di Babil72, li trovo offensivi: a parte il fatto che mi chiedo chi siate voi tutti per giudicare una situazione senza dubbio estrema, trovo che accusare una donna "perchè sono insopportabili a prescindere" sia offensivo.
    Ciao Triglia,non voglio far polemiche ma solo spiegarmi,tutti sappiamo che scrivere su un forum non è come capirsi parlandosi in faccia.. ho dato ragione a Star solo per il concetto che non in questa situazione ma in generale non solo l uomo ha la colpa,(colpa o non è morto un bimbo)so come tante donne ci reputano,bastardi cattivi e violenti ma nn siamo tutti uguali come non tutte le donne sono uguali..infatti ho scritto:
    come sempre prima di giudicare bisogna vedere tutte le variabili del caso..colpa sua o della tipa,un bimbo di 16mesi è annegato in quelle acque buie e fredde..spero solo che possa trovare ora una vita,quella che nn ha potuto vivere...
    Ti prego di non venirmi a dire che sono stato offensivo... sono proprio uno che rispetta ogni modo di pensare e essere,poi chiunque si può sbagliare,ma non è questo il caso...
    TESSERA A.S.C.I.A. N. 149

  4. #14
    Old Sage Member L'avatar di flasensi
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    6,318
    Potere Reputazione
    24

    Predefinito

    non penso che sia una novità che tra i nuovi poveri d oggi ci sono padri separati che mangiano una bistecca al mese per mantenere il divorzio.
    e non mi sembra che quesata situazzione sia uguale per le donne.
    che sia bella o brutta è una realta moderna.
    prevenzione = parola d ordine!

    tessera ASCIA n 43.

  5. #15

    Predefinito

    ....................
    "L'erba del vicino sempre più scrausa"

    La Religione l'oppio dei popoli (Karl M)
    L'Ateismo ne la marijuana (Me myself & I)

    In Umbra colimus

    A Primo(che era il signore del volcano) cit Robsss

  6. #16
    Old Sage Member L'avatar di drlecter
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    6,926
    Potere Reputazione
    27

    Predefinito

    ....


    @drlecter44

  7. #17
    Old Sage Member L'avatar di star75
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,174
    Potere Reputazione
    11

    Predefinito

    ...mi spiace, l'unico utente che ha capito il mio post é stato babil. In primo non capisco la censura sul mio post, visto che non infrango il regolamento. Ho usato il condizionale, nessun imperativo, non ho categorizzato nessuno, e neppure insultato....io volevo solo sottolineare che in casi di tragedia e violenza familiare, i fattori che possono scatenare le violenze fisiche sono molti e complessi. È troppo riduttivo cercare di spiegare i fatti cercando scuse banali nell'affermare che tanto era pazzo, era un drogato, fumava la skunk ogm, ecc. eccc. ecc...in particolare, volevo far riflettere che esiste anche un'altra violenza, ed é quella della violenza femminile, che forse non é fisica, ma non per questo meno violenta....secondo me in tragedie come queste é troppo complesso e riduttivo cercare la colpa in una sola persona, l'unica certezza é che alla fine le vere vittime sono solo i bambini....

    @triglia: ...indicami, per favore, dove ho colpevolizzato e giudicato nel mio post ? ..... .....la mia é stata solo una riflessione conseguente al post di babil !

  8. #18

  9. #19
    Old Sage Member L'avatar di triglia
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    1,661
    Potere Reputazione
    22

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da babil72 Visualizza Messaggio
    Ciao Triglia,non voglio far polemiche ma solo spiegarmi,tutti sappiamo che scrivere su un forum non è come capirsi parlandosi in faccia.. ho dato ragione a Star solo per il concetto che non in questa situazione ma in generale non solo l uomo ha la colpa,(colpa o non è morto un bimbo)so come tante donne ci reputano,bastardi cattivi e violenti ma nn siamo tutti uguali come non tutte le donne sono uguali..infatti ho scritto: Ti prego di non venirmi a dire che sono stato offensivo... sono proprio uno che rispetta ogni modo di pensare e essere,poi chiunque si può sbagliare,ma non è questo il caso...
    tranquillo Babil, volevo solo stimolare una riflessione, nessun problema!

    Citazione Originariamente Scritto da star75 Visualizza Messaggio
    ...mi spiace, l'unico utente che ha capito il mio post é stato babil. In primo non capisco la censura sul mio post, visto che non infrango il regolamento. Ho usato il condizionale, nessun imperativo, non ho categorizzato nessuno, e neppure insultato....io volevo solo sottolineare che in casi di tragedia e violenza familiare, i fattori che possono scatenare le violenze fisiche sono molti e complessi. È troppo riduttivo cercare di spiegare i fatti cercando scuse banali nell'affermare che tanto era pazzo, era un drogato, fumava la skunk ogm, ecc. eccc. ecc...in particolare, volevo far riflettere che esiste anche un'altra violenza, ed é quella della violenza femminile, che forse non é fisica, ma non per questo meno violenta....secondo me in tragedie come queste é troppo complesso e riduttivo cercare la colpa in una sola persona, l'unica certezza é che alla fine le vere vittime sono solo i bambini....
    Ciao Star...non ho editato il tuo post, anzi l'avevo lasciato apposta..comunque...il discorso che fai ora è già molto diverso: parole diverse, effetto diverso. Il tuo discorso è chiaro e condivisibile. quello che avevi scritto prima non aveva le stesse qualità :) e risultava poco rispettoso.

    Citazione Originariamente Scritto da flasensi Visualizza Messaggio
    non penso che sia una novità che tra i nuovi poveri d oggi ci sono padri separati che mangiano una bistecca al mese per mantenere il divorzio.
    e non mi sembra che questa situazione sia uguale per le donne.
    che sia bella o brutta è una realta moderna.
    Flà non è una gara. Se parliamo di disparità tra uomini e donne potremo iniziare un elenco davvero lungo...e scusami, ma i casi che descrivi tu, sono solo un piccola percentuale dei casi totali di disparità, che molto più spesso sono a sfavore delle donne.
    Iscrivetevi alla news letter ASCIA
    www.legalizziamolacanapa.org

    peace

  10. #20
    Old Sage Member L'avatar di flasensi
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    6,318
    Potere Reputazione
    24

    Predefinito

    infatti.
    sono le leggi che sul argomento del divorzio che non sono uguali come dovrebbero essere.
    forse è per questo che credo non esista nessuna donna (in italia) che la sera fa la fila alla caritas per mangiare mentre ti assicuro che qualche padre che pure a un lavoro tutte le sere mangia alla caritas per via delle spese di un divorzio e non parlo di casi singoli.
    ripeto NON sto parlando di donne ma di leggi.

    http://quirisparmio.net/51/52/attual...i-poveri1.html


    Fra i tanti senzatetto che dormono per strada o nei ricoveri delle grandi città, ci sono i coniugi separati, quelli costretti a pagare altissimi alimenti alla propria famiglia per il mantenimento dei figli e che di conseguenza non arrivano alla fine del mese. 4milioni di papà separati in Italia; 800mila vivono sotto la soglia della povertà. Si calcola che a Roma siano 5 mila. 1200 quelli che a Milano vivono in stato di indigenza.
    I divorzi aumentano ogni anno in maniera esponenziale. E nella maggior parte dei casi, a farne le spese sono proprio i papà. Un capofamiglia che guadagna fino a mille e 500 euro al mese, stretto tra le spese di mantenimento dei figli e quelle legali, si ritrova spesso a dover vivere con meno di 400 euro. Quando, dunque, non può contare sui genitori che lo riprendono in casa, finisce per fare la fila davanti alle comunità di religiosi per un pasto caldo o un luogo dove dormire.
    L'allarme viene lanciato a più riprese. Tra i primi l'avvocato Gian Ettore Gassani, presidente nazionale dell'Ami, l'Associazione matrimonialisti italiani. "Il 25% degli ospiti delle mense dei poveri sono separati e divorziati. Molti di questi dormono in auto e i più fortunati (circa 500mila) sono tornati ad essere ospiti delle loro famiglie d'origine. È un fenomeno che riguarda per lo più operai, impiegati ed insegnanti. Le separazioni e i divorzi, dati gli obblighi economici e le spese che determinano, trasformano questi lavoratori in veri e propri clochard".
    La Caritas l'aveva denunciato da tempo, perchè le proprie strutture l'avevano rivelata come una delle nuove emergenza nella povertà, dettata dalla crisi, ma anche dalla impossibilità di ricostrursi una vita decente. Per la matrimonialista Annamaria Bernardini De Pace spesso sono i padri separati a essere "irresponsabili" e a non aver saputo "organizzarsi la vita". E questo in quache caso sarà pur vero, ma le situazioni di disagio economico e sociale restano comunque una realtà.

    SEPARATI IN CASA
    "In tutto il Paese si sta sviluppando il fenomeno, assolutamente particolare, dei "separati in casa" - ha precisato l'avvocato Gassani - coniugi che di comune accordo, pur di non affrontare il rischio di spese insostenibili, accettano di vivere sotto lo stesso tetto". Insomma, anche quando la lieta favo*la è finita e il conflitto è aspro: si calcola che una coppia su 5 (il 20% del tota*le) vive in queste condizioni nel nostro Paese. La percen*tuale sale in Lombardia do*ve, secondo i dati forniti dall'associazione "Papà Se*parati Lombardia" Onlus, arriva a toccare ben il 33%, cioè una coppia su 3 e sfiora la soglia del 40% a Milano.
    Ciò dimostra ampiamente che anche una scelta libera e consapevole quale il diritto di separarsi o divorziare or*mai sta diventando un vero e proprio lusso. Situazione che ha del paradossale: "Nell'analisi non si posso*no tralasciare due distorsio*ni dello stesso fenomeno *continua Gassani - molte coppie optano per la separa*zione simulata per pagare meno tasse mentre molte al*tre scelgono di condurre una vita da separati in casa per non finire sul lastrico".
    Si moltiplicano così le iniziative per aiutare i nuovi poveri. In territori più evoluti e ricchi, come Bolzano, è stato proposto un progetto che prevede la realizzazione di case-albergo su misura per i padri separati. Fino ad oggi questo tipo di appartamenti era destinato solo a immigrati e persone con handicap. A Milano si vuol fare in via Calvino, zona Mac Mahon un centro da 160 posti letto, con camere singole e doppie. Con la mensa, un piccolo giardino e una biblioteca. Non sarà un dormitorio, qualcosa bisognerà pagare:cento-centocinquanta euro al mese. Un affitto sociale per una categoria di nuovi poveri.
    Un problema evidenziato anche in realtà più piccole, come Padova. Padri (e madri...) separati chiedono sempre più spesso un alloggio pubblico. In realtà il problema è sempre esistito, ma è stata la crisi economica degli ultimi due anni ad accentuarlo.
    Pare che il Comune voglia correre ai ripari: "Sarebbe bello riuscire ad aiutare queste persone, magari riservando loro alcune case pubbliche a rotazione, a seconda delle necessità temporanee di ognuno - ha rivelato Antonino Pipitone, assessore comunale alle Politiche abitative - Ne parlerò con l'Ater, credo che non ci sia alcun problema... Esiste pure un'associazione padovana che si occupa di questioni simili e a cui potremmo concedere alcuni alloggi ad hoc". L'associazione, per la cronaca, si chiama "Padri Separati" e ha sede in via Sanmicheli 65. Segue una cinquantina di persone all'anno, specialmente uomini intorno ai cinquant'anni.
    Intanto, chi una casa se la può ancora permettere, può usufruire della proroga fino al 12 marzo, per la presentazione delle domande per accedere al "Fondo sostegno affitto 2008" . Sono oltre 1160 quelle già presentate.
    A sostegno dei padri che si trovano in difficoltà ci sono molte associazioni. Ecco i siti delle principali, dove i diretti interessati possono trovare informazioni utili, ma anche il conforto di altre persone nella loro condizione. Storie di normali famiglie, diventate un incubo.
    www.papaseparati.it;www.padri.it; www.padriseparati.it ; www.figlinegati.it
    prevenzione = parola d ordine!

    tessera ASCIA n 43.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •