Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 23

Discussione: R.I.P Steve

  1. #11
    Old Sage Member L'avatar di konfettino
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    inna di bloodklaat middle
    Messaggi
    2,040
    Potere Reputazione
    18

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vaquerito Visualizza Messaggio
    con tutto il rispetto raga ma non vi pare di esagerare? alla fine è morto uno, geniale e rivoluzionario quanto volete, ma non è che lo faceva per beneficenza...anzi...
    come si fa ad essere cosi attacati alle cose (un computer in questo caso)...boh...
    beh steve va oltre il "computer".....in + non è "uno"......ma poi che centra la beneficenza???bah....che discorsi :\
    1° categoria hash coppa italiana 2012
    Best Drysift GanjaTime cup Barcelona 2015
    1o-3o ice o lator 3o sativa Cosecha cup 2015
    1o BHO 2o SATIVA 3o INDICA CosechaCup 2016
    1o Drysift MastersCup BCN 2017

    ***059 cannabis social club Barcelona***
    RIP Franco
    ..Solventless str8 mentality..

  2. #12

    Predefinito

    no niente ahahah è che sembra vi sia morto un santo...
    È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante. (A. de Saint-Exupery)

    I giovani devono fare quello in cui credono.L'importante è che non smettiate di essere giovani. (E.Guevara)

    "...va bhe poi è anche il fatto di far crescere una nuova vita...""va bhe cazzo ma a 'sto punto fai l'orto"
    (Amico a cui tentavo di spiegare le soddisfazioni dell' overgrower)

  3. #13
    Old Sage Member L'avatar di konfettino
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    inna di bloodklaat middle
    Messaggi
    2,040
    Potere Reputazione
    18

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vaquerito Visualizza Messaggio
    no niente ahahah è che sembra vi sia morto un santo...
    No un santo no....ma una persona che da un buco d culo d laboratorio è riuscito a cambiare il mondo a dare lavoro a migliaia d persone e costruire una cosa gigantesca.....un Guglielmo Marconi dei nostri tempi....o un Leonardo da Vinci del 2000.....una persona che con il suo ingegno visionario ha fatto progredire l'umanità....
    1° categoria hash coppa italiana 2012
    Best Drysift GanjaTime cup Barcelona 2015
    1o-3o ice o lator 3o sativa Cosecha cup 2015
    1o BHO 2o SATIVA 3o INDICA CosechaCup 2016
    1o Drysift MastersCup BCN 2017

    ***059 cannabis social club Barcelona***
    RIP Franco
    ..Solventless str8 mentality..

  4. #14
    Senior Member L'avatar di Doctor Who
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    live in a weed farmer!
    Messaggi
    937
    Potere Reputazione
    13

    Predefinito

    Newton dell'era moderna... Una mela ancora una volta ha rivoluzionato il mondo...

    Rip steve...
    basta un giravite per riparare l'universo

    come with me in a tardis

    http://www.youtube.com/watch?v=LF2x5IKxmAQ


  5. #15
    Old Sage Member L'avatar di bluewidow
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Need that kush, we blow on the best smoke
    Messaggi
    1,055
    Potere Reputazione
    13

    Predefinito

    sono d'accordo sulle grandi scoperte e sul genio ma uno che non si e' fatto scrupoli a pugnalare le persone che gli erano vicino tipo i suoi amici.
    ma siamo abituati a queste cose quando ci sono di mezzo cosi tanti soldi vedi :mark zuckemberg
    comunque che dire un genio veramente.
    peace.

  6. #16
    mr.tuji
    Guest

    Predefinito

    ‎"Ieri ho comprato un iPhone e oggi è morto Steve Jobs. Quasi quasi faccio l'abbonamento a Mediaset Premium..." (cit.)

  7. #17
    Old Sage Member L'avatar di fumosigakefanridere
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Nun of your fucking business
    Messaggi
    2,459
    Potere Reputazione
    13

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mr.tuji Visualizza Messaggio
    ‎"Ieri ho comprato un iPhone e oggi è morto Steve Jobs. Quasi quasi faccio l'abbonamento a Mediaset Premium..." (cit.)

    jajajjajajaja
    spinoza.it?
    Quote from My man Mr Villotto..thx bro..
    Madre natura ripaga sempre i bravi contadini, ma solo ai piu umili sussurra parole d'amore.


    autofiorentiiiiiiiiiiiiiiiiiiii crescono da soleeeeeeee
    comprate le magliette e vi regaliamo i semiiiiiiiiiiiiii(cit Konfettino)

  8. #18
    mr.tuji
    Guest

    Predefinito

    non so di chi è ,sicuro ha aumentato gli abbonamenti di premium

  9. #19
    Old Sage Member L'avatar di star75
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,174
    Potere Reputazione
    11

    Predefinito

    ...premetto che uso prodotti mac, e ammetto che ieri sera guardando il tg, mi sono scese un paio di lacrime,....putroppo pero', vedendo le foto o filmati di gente e bambini che viene trucidata per colpa delle bombe della NATO con il benestare dell'ONU e del Vaticano, non mi commuovo più, solo occhi secchi e un nodo alla gola per me :( .....per me, steve, é stato un gran imprenditore, ma di sicuro non ha rivoluzionato il mondo, anche perché ha "solo commercializzato", in modo ottimale e stupendo, delle conoscenze altrui....quasi inutile ricordare che il primo mac, l'ha costruito l'altro steve.... .... per me le VERA rivoluzione é stata quella creata da Richards Stallman, con la licenza GNU, mettendo le basi per sistemi e software veramente liberi e a disposizione di tutti.....

  10. #20
    Old Sage Member L'avatar di drlecter
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    6,926
    Potere Reputazione
    27

    Predefinito

    E se Steve Jobs fosse nato a Napoli? Altro che guru, diventava garagista

    Divertissement del blogger Antonio Menna: «Burocrazia, invidie e camorra, la Apple qui non sarebbe mai sorta»

    10 ottobre 2011

    NAPOLI - Se Steve Jobs, guru dell'elettronica scomparso la settimana scorsa, fosse nato a Napoli? Beh, forse sarebbe diventato ugualmente un maestro del settore, con un pizzico (?) di fatica in più. Oppure, niente: condannato alla disoccupazione eterna o a fare un altro mestiere. A riscrivere la storia del fondatore della Apple in salsa partenopeo è il blogger Antonio Menna. Che sul suo blog immagina che Jobs si chiami «Stefano Lavori» (la traduzione letterale del nome in italiano). Steve-Stefano, scrive Menna, «ha un amico che si chiama Stefano Vozzini», un probabile alter ego di Bill Gates. Ai due smanettoni viene un'idea geniale: un computer innovativo ma non hanno i soldi per comprare i pezzi e assemblarlo. «Si mettono nel garage - si legge nel racconto di Menna - e pensano a come fare. Stefano Lavori dice: proviamo a venderli senza averli ancora prodotti. Con quegli ordini compriamo i pezzi. Mettono un annuncio, attaccano i volantini, cercano acquirenti. Nessuno si fa vivo. Bussano alle imprese: “volete sperimentare un nuovo computer?”. Qualcuno è interessato: “portamelo, ti pago a novanta giorni”. “Veramente non ce l’abbiamo ancora, avremmo bisogno di un vostro ordine scritto”. Gli fanno un ordine su carta non intestata. Non si può mai sapere. Con quell’ordine, i due vanno a comprare i pezzi, voglio darli come garanzia per avere credito. I negozianti li buttano fuori. “Senza soldi non si cantano messe”. Che fare? Vendiamoci il motorino. Con quei soldi riescono ad assemblare il primo computer, fanno una sola consegna, guadagnano qualcosa. Ne fanno un altro. La cosa sembra andare».

    IN BANCA - «Ma per decollare ci vuole un capitale maggiore. “Chiediamo un prestito”. Vanno in banca. “Mandatemi i vostri genitori, non facciamo credito a chi non ha niente”, gli dice il direttore della filiale».

    ARRIVANO I VIGILI: MULTA SALATISSIMA- «I due tornano nel garage. Come fare? Mentre ci pensano bussano alla porta. Sono i vigili urbani. “Ci hanno detto che qui state facendo un’attività commerciale. Possiamo vedere i documenti?”. “Che documenti? Stiamo solo sperimentando”. “Ci risulta che avete venduto dei computer”. I vigili sono stati chiamati da un negozio che sta di fronte. I ragazzi non hanno documenti, il garage non è a norma, non c’è impianto elettrico salvavita, non ci sono bagni, l’attività non ha partita Iva. Il verbale è salato. Ma se tirano fuori qualche soldo di mazzetta, si appara tutto».

    LE MAZZETTE - Menna a questo punto descrive la trafila che lo Steve Jobs e il Bill Gates napoletani sono costretti a subire, mazzetta dopo mazzetta, per tenere buoni i «controllori» della legalità. Finanza, ispettorato del Lavoro, ufficio Igiene.

    DAL COMMERCIALISTA - I soldi in cassa finiscono. Però il computer piace, i primi acquirenti chiamano entusiasti. Ma dove prendere i soldi? «Ci sono i fondi europei, gli incentivi all’autoimpresa. C’è un commercialista a Napoli che sa fare benissimo queste pratiche. “State a posto, avete un'idea bellissima. Sicuro possiamo avere un finanziamento a fondo perduto almeno di 100mila euro”. I due ragazzi pensano che è fatta. “Ma i soldi vi arrivano a rendicontazione, dovete prima sostenere le spese. Attrezzate il laboratorio, partire con le attività, e poi avrete i rimborsi (...) Poi qualcosa per la pratica, il mio onorario. E poi ci vuole qualcosa di soldi per oliare il meccanismo alla regione. C’è un amico a cui dobbiamo fare un regalo sennò il finanziamento ve lo scordate”. “Ma noi questi soldi non ce li abbiamo”. “Nemmeno qualcosa per la pratica? E dove vi avviate?”».

    IL PIZZO LA CAMORRA - I due, scoraggiati, decidono comunque di andare avanti. Chiedono soldi pure ai genitori. «All’interno del garage lavorano duro: assemblano i computer con pezzi di fortuna, un po’ comprati usati un po’ a credito. Fanno dieci computer nuovi, riescono a venderli. La cosa sembra poter andare. Ma un giorno bussano al garage. E’ la camorra. Sappiamo che state guadagnando, dovete fare un regalo ai ragazzi che stanno in galera. “Come sarebbe?”. “Pagate, è meglio per voi”. Se pagano, finiscono i soldi e chiudono. Se non pagano, gli fanno saltare in aria il garage. Se vanno alla polizia e li denunciano, se ne devono solo andare perchè hanno finito di campare. Se non li denunciano e scoprono la cosa, vanno in galera pure loro. Pagano. Ma non hanno più i soldi per continuare le attività. Il finanziamento dalla Regione non arriva, i libri contabili costano, bisogna versare l’Iva, pagare le tasse su quello che hanno venduto, il commercialista preme, i pezzi sono finiti, assemblare computer in questo modo diventa impossibile, il padre di Stefano Lavori lo prende da parte e gli dice “guagliò, libera questo garage, ci fittiamo i posti auto, che è meglio”. I due ragazzi si guardano e decidono di chiudere il loro sogno nel cassetto. Diventano garagisti».

    LA TRISTE MORALE FINALE - Morale della storia, secondo il blogger: «La Apple in provincia di Napoli non sarebbe nata, perchè saremo pure affamati e folli, ma se nasci nel posto sbagliato rimani con la fame e la pazzia, e niente più».

    http://corrieredelmezzogiorno.corrie...75473261.shtml


    @drlecter44

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •